Utente 253XXX
Gentile dottore le racconto la mia storia, ho 26 anni e circa un anno fa mi sono per la prima volta recato dal mio andrologo che mi ha richiesto le varie analisi quali,urinocoltura spermiogramma e spermiocoltura. Tutto è risultato nella norma eccetto l'eschierichia coli nello sperma che ho eliminato dopo vari cicli di antibiotici prima di natale. A febbraio ho rieffettuato la spermiocoltura ed era sempre tutto regolare, nessun batterio presente. Sono andato dall'andrologo a fine marzo che mi ha visitato, al tatto la prostata era meno dolente rispetto alle visite precendenti in cui solo sfiorandola mi dava forte dolore,mentre nell'ultima visita mi recava dolore solo in un punto , mi ha prescritto quindi un ciclo di 20 giorni di flaminase. Mi ha poi detto di ripetere lo spermiogramma e la spermiocolturua alla fine del ciclo di flaminase, e di fare una ecografia transrettale entro un anno. Purtroppo a fine aprile quando avrei dovuto fare i controlli ho avuto un infortunio sportivo che mi vede da poco operato al ginocchio e che mi obbliga a letto da più di un mese e mi ha fatto rinviare sudette analisi. Prima dell'infortunio però ho provato ad avere rapporti non protetti con la mia ragazza ma con scarso esito di gravidanza.Adesso da circa una settimana mi sono tornati tutti i sintomi che avevo circa un anno fà, bruciore ad urinare e dolore perienale, vorrei tanto poter guarire per avere un figlio con la mia compagna. Premetto che anche lei aveva dei piccoli problemi (condilomi) che si sono ridotti nel giro di un anno. Che devo fare adesso secondo voi, devo cambiare andrologo ?? E' possibile guarire da questa prostatite una volta per tutte ?? Soffro di colon irritabile, può essere quello la causa ??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
purtroppo il suo infortunio non ha permesso quella continuità di cure necessarie per curare correttamente una prostatite,è evidente che si sta per verificare una riacutizzazione della prostatite e quindi è bene che rsenta il suo urologo/andrologo per continuarne le cure.
Riguardo alla presunta infertilità, per quanto la prostatite può avere influenza, non è detto che qs provochi infertilità.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
La cosa che più mi preoccupa è proprio l'infertilità, io non ho fatto molte prove e so che per la riproduzione ci vogliono volere anche dei mesi.Questo è il mio ultimo spermiogramma fatto un anno fa in piena infezione della prostata:

ESAME CHIMICO FISICO
Volume2,5 (2,0 - 6,0)
Ph 8,0 (7,2 - 8,0)
Aspetto Opalescente
Colore Bianco
Liquefazione Completa

CONTA
Viscosità Normale
Numero spermatozoi 35,20 x 10^6ml (20x10^ml)
Numero spermatozoi totale 88,00 x 10^6
N. Spermatozoi mobili per eiaculato 61,60 x 10^6ml

CINETICA
Mot. rett. veloce basale 25% (>25)
Mot. rett. veloce a 120' 10%
Mot.rett. lenta basale 35%
Mot. rett. lenta a 120' 30%
Motilità in situ basale 10%
Motilità in situ a 120' 10%
Immbili basale 25%
Immobili a 120' 50%

MORFOLOGIA
Forme normali 50% (>40)
Anomalie alla testa 20%
Anomalie mid-piece 20%
Anomalie del flagello 10%

Data la minima quantità di spermatozoi con la motilità rettilinea veloce basale che , ha quanto ho capito, sono quelli che permettono la fecondazione, e la alta quantità di spermatozoi Anomali (50%) , devo secondo lei rivolgermi ad un esperto per la fecondazione assistita dato che ho 26 anni e già un anno fà lo spermiogramma non era roseo??
Intendo prima di ritrovarmi in una assenza totale di spermatozoi mobili !! Grazie mille per il consulto e per la sua immediata risposta !
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Il referto dell'esame riportato non indica infertilità e cmq è bene che si faccia seguire per i disturbi prima riportati
[#4] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Ho appena telefonato al mio andrologo che mi ha appena detto di fare una spermiocultura,urinocultura più un esame delle urine, che non mi aveva mai richiesto fino ad ora. Domani farò portare i campioni ad analizzare dalla mia ragazza.
Ringraziandola per la tempestiva risposta le porgo i miei saluti.
[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Se lo ritiene opportuno, ci aggiorni pure....
[#6] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Mi sono arrivati proprio adesso i risultati delle analisi.Es. urine ed urino coltura tt ok, ma a distanza di un paio di mesi è tornato nello sperma l escherichia coli !! Con una carica minore di 10^5 ... adesso io mi chiedo,stavo bene e la prostata anche al tatto non erapiu indolenzita come prima ,come mai mi è tornato ?? riuscirò a debellellarlo prima o poi?? Una cosa strana è che l ultima volta che mi era stato trovato il batterio ero diventato resistente a quasi tutti gli antifbiotici, adesso risulto sensibile a tutti,come mai???
[#7] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
i batteri riscontrati dopo una spermiocoltura hanno un valore relativo e la interpretazione di tale esame deve essere sempre supportato da un controllo clinico.
In caso di prostatiti sono presenti i più disparati batteri o virus o miceti che normalmente sulla cute sono saprofiti e quindi innocui.
E' impossibile sterilizzare dal punto di vista batteriologico una prostata infiammata, proprio perchè male arrivano gli antibiotici e per ricca presenza di fruttosio: quando si è completamente asintomatici si è in fase di prostatite cronica catarrale e cmq bisogna fare attenzioni ad alcuni elementi e abitudini di vita.
Cordialità
[#8] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Chiedo scusa per l'ulteriore domanda ma ho ricevuto solo adesso il referto degli esami delle urine dopo essere stato dal mio urologo con i risultati della urinocoltura e della spermiocoltura che avevano rilevato solo un infezione batterica di eschierchia coli nello sperma.il dottore per questa patologia mi ha segnato bactrim in compresse per 8 giorni dopo colazione e dopo cena.Gli esami delle urine hanno però rilevato una presenza alta di cristalli 121 (max 40) con presenza di ossalati e di muco. questo può essere collegato alla prostatite o è qualcos'altro e devo quindi tornare dal medico ??? gli altri risultati delle urine sono tutti nella norma e 20 giorni fa, ho effettuato le analisi del sangue per l anestesia che ho dovuto ricevere per un intervento, che sono risultati tutti nella norma.Chiedo scusa per l'insistenza ma un altra visita mi costerebbe altri 100 euro e se fosse una cosa legata allaprostatite attenderei ad andarci una volta finito l antibioico e ripetuto la spermiocoltura come richiesto dal mio medico,grazie.
[#9] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
No nessuna importanza clinica per i referti riportati, continua tranquillamente la terapia