Utente 428XXX
Gentili Dottori,
sono una ragazza di 30 anni con un fastidiosissimo problema!! da diverso tempo, diciamo da 15 anni, soffro a causa di una forte e incomprensibile sudorazione alle mani e spesso anche ai piedi.
Sembrerà un problema sciocco, ma questa insolita sudorazione ha influenzato e complicato la mia vita quotidiana; infatti mi trovo in completo imbarazzo quando per lavoro mi trovo a dare la mia bella ma sudaticcia mano, che nervi, lo detesto!Nessuno se lo aspetta da una donna di gran portamento e bell'aspetto, infatti, a volte ricevo delle occhiate davvero sbalordite, questo a seguito del saluto manuale!
Cosa posso fare? Ho pensato di tutto...pensate che sono una ex ballerina(danza)ho lasciato tutto anche per questo, le mie prese bagnate risultarono poco affidabili oltre che fastidiose! Solitamente mi capita di sudare anche per tutto il giorno, a volte non capita...diciamo che forse ora è diventato anche un problema psicologico, se penso che devo andare ad un convegno e scambiare tante mani...già sudo!
Concludo che ho letto di un rimedio basato su scosse elettriche, nient'altro?
Vi ringrazio sinceramente.
Spero in un consiglio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
esistono alcuni metodi che potrebbero esserle d'ausilio, ma sarebbe un pò lungo parlarne; ci sono vari topici utili alla bisogna o, ultimamente, vi è anche la possibilità di nuove terapie, non basate su scosse elettriche (ma forse lei allude a quella sorta di ionoforesi che andava di moda tempo fa)
Può parlarne con fiducia col suo dermatologo che la saprà consigliare
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Sicuramente le infiltrazioni di tossina botulina (botox) rappresentano una delle soluzioni piu' efficaci al suo problema.Ne parli con il suo Dermatologo.
saluti
[#3] dopo  
Dr. Danilo De Gregorio
24% attività
8% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
jkdas
[#4] dopo  
Dr. Danilo De Gregorio
24% attività
8% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentilissima paziente il suo è un problema di iperidrosi dovuto ad un ipersensibilità delle sue ghiandole sudoripare, al sistema nervoso autonomo.Le ghiandole sudoripare presenti sul palmo delle mani o dei piedi o della cute ascellare secernono normalmente il sudore, ma in caso di stress o fattori emozionali, tali da liberare più acetilcolina, viene secreto più sudore. La terapia potrebbe essere volta al controllo dei suoi stati emozionali, con dei farmaci anticolinergici per via sistemica o locale veicolati anche con la ionoforesi come ricordava il collega, o con tossina botulinica sempre applicata localmente e considerando gli effetti collaterali seppur blandi,rispetto al problema.
Salutandola le ricordo che può sempre rivolgersi ad un serio Medico o Chirurgo Estetico che la saprà consigliare per il meglio.
[#5] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
cara amica,
non trovo per nulla sciocco il problema di cui ci parli, anzi.. conosco bene gli stati emotivi dei miei pazienti affetti da iperidrosi ai quali consiglio spesso, ma non sempre, infiltrazioni di tossina botulinica la cui efficacia è oramai validata da anni di esperienza.
saluti
[#6] dopo  
Dr. Domenico Vitale
20% attività
0% attualità
0% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2005
gentile paziente,
concordo pienamente con i colleghi che indicano l'utilizzo della tossina botulinica per risolvere il suo problema. Sarebbe inoltre utile come suggerisce il collega De Gregorio una terapia di supporto tesa al controllo degli stati emozionali.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Antonino Tillieci
24% attività
0% attualità
0% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
La soluzione più immediata e risolutiva è l'utilizzo della tossina botulinica (Vistabex).
Consulti il sito wwwmedicalcenterleonardo.it
[#8] dopo  
4869

Cancellato nel 2009
L'iperidrosi può essere causata da numerose patologie di varia origine (come il diabete ed altre patologie endocrine...) ma anche solo da fattori di tipo emozionale oltre che da una alterata regolazione del sistema nervoso autonomo.
Le consiglio una visita e degli esami approfonditi presso il suo medico di fiducia o un internista. Tra le terapie: farmaci ad azione anticolinergica, medicamenti topici a base di permangnato di potassio, acido borico ecc..., la iontoforesi e la tossina botulinica.
Un saluto.
[#9] dopo  
10161

Cancellato nel 2009


La tiroidite è una patologia autoimmune, che si verifica per la produzione di autoanticorpi, per un errore del sistema immunitario, chiamato mimetismo molecolare, ben studiato in letteratura internazionale. Ogni volta che un agente patogeno entra nell’organismo, viene controllato e “processato”, confrontato con il self, se stesso, antigene umano linfocitario, HLA; durante questo se a livello molecolare esiste una uguaglianza nella sequenza amminoacidica di 5-6 amminoacidi dell’agente patogeno, antigene, e quella dell’HLA, il sistema compie l’errore e comincia a produrre anticorpi anti cellule della persona, nel suo caso, quelle della tiroide. La distruzione delle cellule porta alla liberazione dell’ormone tiroideo contenuto nella cellula, da qui la sintomatologia riferibile all’ipertiroidismo; Quando questo processo dura nel tempo, lei si trova costantemente in ipertiroidismo, la terapia da attuare consiste nel bloccare la produzione degli anticorpi, intervenendo su quell’agente patogeno che ha innescato il mimetismo molecolare. Togliere la tiroide ha scarso significato, ed infatti ha imediatamente sofferto della sua mancanza, nonostante l’assunzione di Eutirox, “ghiandola tiroidea (la quale mi è stata "bruciata") ho iniziato ad avere problemi di linea.”.
Lei giustamente si domanda “cosa comportano questi anticorpi?” quando l’organo bersaglio, la tiroide non è più presente; purtroppo, a questa domanda la medicina convenzionale non ha ancora risposto, non presta alcuna attenzione nei loro confronti. La medicina biologica invece, attenta alla reazione complessiva dell’organismo e della risposta del sistema immunitario, mi offre la possibilità di accertare le cause che li hanno determinati ed intervenire su queste per fermarne la produzione, consapevole della loro influenza anche su altri organi.
La iperfunzione della ghiandola, la presenza degli agenti patogeni, determinano anche la problematica della sudorazione eccessiva, non solo anche di quella “gastrite atrofica,” la ghiandola è stata levata, ma la problematica cotinua a persistere, sempre per la presenza della infiamamzione cronica, attiva, persistente.
L’Helicobacter non viene trovato, perché la sola gastroscopia, non è sufficiente ad accertarne la presenza, infatti l prelievo viene eseguito su una ristretta porzione della mucosa gastrica, non su tutto lo stomaco.

Accertamenti più mirati vanno eseguiti per individare tutte le cause responsabili della sua sintomatologia, giungere alla terapia appropriata per condurre il suo organismo ad un funzionamento fisiologico.

saluti Alberto Moschini

moschinialberto@medicitalia.it

alberto.moschini@fastwebnet.it