Utente 254XXX
Buongiorno,
scrivo per chiedere un Vostro gentile parere riguardo all'ultimo spermiogramma effettuato da mio marito.
Abbiamo entrambi 26 anni e stiamo cercando una gravidanza da circa 9 mesi. In seguito ad un fastidio ai testicoli mio marito ha effettuato una visita andrologica nella quale gli sono stati prescritti un'ecografia scrotale ed uno spermiogramma.
Riporto i risultati della prima:
testicoli in sede nei limiti morfo-volumetrici ed ecostrutturali. Regolari gli epididimi. Regolare lo spessore delle borse scrotali. Non idrocele. Con la manovra di Valsalva si riconosce bilateralmente lieve varicocele fatto più evidente a sinistra.
Il risultato dello spermiogramma è stato:
rari nemaspermi mobili; una valutazione morfofunzionale più approfondita non è possibile a causa del numero esiguo.
L'andrologo, visti i risultati, non si è pronunciato e ha prescritto un altro spermiogramma. I risultati di questo sono i seguenti:
volume: 6 mL
colore: avorio
aspetto: opalescente
viscosità: lievemente aumentata
fluidificazione a 60 min: completa
ph: 7.4
numero di spermatozoi 10 milioni/mL
numero totale di spermatozoi 63 milioni
motilità totale: 45%
motilità progressiva: 20%
motilità non progressiva: 25%
test all'eosina: 60%
forme tipiche: 6%
anomalie della testa: 60%
anomalie del tratto intermedio 21%
anomalie del flagello: 13%
agglutinazioni: assenti
cellule rotonde: rare
leucolici <1 milioni/mL
Visto che i valori rientrano quasi tutti negli standard della 5^ ed WHO 2010 (tranne la motilità progressiva e la concentrazione che però viene compensata dal numero totale) io e mio marito abbiamo deciso di rifare uno spermiogramma tra un paio di mesi e rimandare la visita andrologica solo dopo i risultati di questo.
Vi chiediamo gentilmente se siete d'accordo con noi o se riteniate che sia il caso di agire immediatamente tornando subito dall'andrologo.
In attesa di una Vostra gentile risposta Vi ringraziamo moltissimo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

visti gli esiti un pò contrastanti dei due esami del liquido seminale e vista anche la vostra giovane età mi sembra molto saggia e condivisibile la vostra decisione.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio moltissimo!
Buona giornata!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta la nuova valutazione comunque, se lo ritiene utile, ci riaggiorni.

Siamo pure noi curiosi di vedere l'esito del nuovo esame!

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
Sicuramente!
Grazie ancora per la sua disponibilità e il suo interessamento!

Buona giornata!
[#5] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno,

vi aggiorniamo sulla nostra situazione.
Come vi avevamo precedentemente scritto abbiamo preso un po' di mesi di pausa prima di procedere con gli accertamenti. La settimana scorsa mio marito ha effettuato un altro spermiogramma e ieri la visita con l'andrologo. Vi riportiamo i risultati dello spermiogramma effettuato il 19/11:
volume: 6,6 mL
colore: avorio
aspetto: opalescente
viscosità: assenza di filamento
fluidificazione a 60 min: completa
ph: 8.0
numero di spermatozoi 6 milioni/mL
numero totale di spermatozoi 43 milioni
motilità totale: 40%
motilità progressiva: 15%
motilità non progressiva: 25%
test all'eosina: 60%
forme tipiche: 12%
anomalie della testa: 59%
anomalie del tratto intermedio 24%
anomalie del flagello: 5%
agglutinazioni: assenti
cellule rotonde: rare
leucolici <1 milioni/mL

L'andrologo ha detto che lo spermiogramma non è disastroso ma comunque non è normale per un ragazzo di 26 anni. Visto che gli altri esami (sangue e urine) sono perfetti ipotizza che la causa possa essere il varicocele sinistro quindi ha proposto il ricovero per una flebografia spermatica con eventuale sclerotizzazione. Ci ha anche detto che dopo l'operazione gli eventuali miglioramenti non si vedranno prima di 4-5 mesi. Un'altra soluzione sarebbe far fare una cura ormonale a mio marito pochi giorni prima della mia ovulazione per aumentare temporaneamente il numero di spermatozoi. Lui ci ha detto che però vista la giovane età proverebbe a risolvere il problema definitivamente operando.
Mio marito per il momento è propenso all'operazione ma vi chiediamo anche un vostro gentile parere. In particolare non abbiamo capito bene se ci potrebbe essere il rischio di peggiorare la situazione operando.

Vi ringraziamo anticipatamente!
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

l'indicazione ricevuta dal suo andrologo può essere condivisibile.

Se desidera poi avere altre informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.