Utente 592XXX
Salve a tutti e complimenti davvero per quello che fate,
ho 30 anni e da 6 mesi cerco un figlio con mia moglie di 33 anni che dopo esami risulta normale.
Premetto che durante una visita del mio nouvo medico di famiglia specializzato in urologia mi è stato riscontrato alla palpazione un leggero varicocele a sinistra.
Mi è stato consigliato uno spermiogramma che ho eseguito e mi sono sottoposto ad una ecografia dello scroto (non eco color doppler)
sul cui referto c'era scritto "varicocele bilaterale più marcato a sinistra", l'urologo dell'ospedale disse di aspettare i risultati dello
spermiogramma per valutare un eventuale intervento di varicocele. Riporto di seguito i risultati del mio primo spermiogramma:
Astinnenza 4 gg
Volume 1.5 ml
concentrazione 120 milioni/ml
totale iaculato 180 milioni
Liquefazione dopo 60' normale, ph 7.7, colore, viscosità Normali
Agglutinazioni spontanee POSITIVO
Cellule spermatogenetiche 1 milione/ml
Leucociti, Cellule epitaliali, Flora batterica, Cristalli ASSENTI
Motilità a 60'
a)movimenti progressivi rapidi 20%
b)movimenti progressivi lenti 45%
c)movimenti non progressivi 5%
d)motilità assente 30%
Morfologia
a) forme normali 60%
b)anomalie della testa 15%
c)anomalie del midpiece 15%
d)anomalie del flagello 5%
e)anomalie complesse 5%

A fronte del risultato mi è stata sconsigliata l'operazione e non mi è stata data nessuna cura,
mi è stato solo detto di rieseguire lo spermiogramma fra 1 anno.
Volevo chiedere:

1)Come vi sembra lo spermiogramma (motilità ok? Agglutinazioni?)? E' compatibile con una gravidanza naturale?
2)Il consiglio di non operare alla mia età con questo risultato dello spermiogramma può essere preso in considerazione?
3)La frequenza del controllo dello spermiogramma è 1 anno? Non sarebbe meglio un controllo più frequente? (in quel caso mi recherò in una
struttura privata perchè il mio medico ha già detto che mi richiederà lo spermiogramma fra un anno)

Chiedo scusa per la mia lungaggine ma sono davvero desideroso di avere un figlio!
Grazie in anticipo per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
1. visto il suo0 spermiogramma una gravidanza non è impossibile
2. alla sua età è praticamente inutile l'intervento di varicocele
3. è consigliabile cmq un consulto andrologico

cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
l'esame che Lei riporta non è affatto scadente.
A mio avviso potrebbe essere necessario approfondire la presenza
delle agglutinazioni che generalmente sono dovute a fatti infiammatori (prostata, vescichette seminali)
o alla presenza di autoanticorpi (che andrebbero ricercati con indagini appropriate). Logicamente sua moglie deve essere valutata
completamente perchè l'infertilità è di coppia!
Per la problematica relativa al varicocele forse potrebbe esserLe utile andare all'indirizzo www.giambersio.it dove troverà una monografia
proprio sul varicocle scritto in maniera semplice e chiara per i pazienti.
Colgo l'occasione per ricordare a Lei e agli altri utenti di questo forum che anche quest'anno la SIA (Società Italina di Andrologia) organizza la Settimana di Prevenzone Andrologica. Dal 10 al 15 marzo sarà possibile effettuare una consulenza andrologica gratuita nei centri pubblici e privati che aderiscono all'iniziativa. Per dettagli: www.andrologiaitaliana.it
Cordiali saluti
[#3] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile Utente,
la gestione del suo caso mi lascia qualche dubbio e la inviterei a rivolgersi non ad un urologo e probabilmente nemmeno al suo medico di famiglia urologo forse sarebbe meglio rivolgersi ad un andrologo, l'urologo non è andrologo automaticamente ma solo se approfondisce con studi e competenze specifiche.

Sono d'accordo che l'esame del liquido seminale vada ripetuto, un solo esame seminale dice poco; una ecografia scrotale dovrebbe essere completata da un ecocolordoppler per studiare meglio l'entità del varicocele (in particolare il reflusso).

Non escluderei a prori la possibilità di correggere il varicocele e su questo non sono d'accordo con il Dott. Quarto, quando dice che l'intervento non è indicato per età, in quanto noi e numerosissimi altri centri abbiamo avuto ottimi risultati dopo intervento per varicocele anche oltre i 35 anni di età, ma questo è ancora fonte di dibattito.

Mi associo al Dott. Giambersio nel ricordare la settimana di prevenzione andrologica: dal 10 al 15 marzo www.andrologiaitaliana.it.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
data la ormai nota correlazione tra varicocele ed infertilità, soprattutto nei soggetti giovani ed in presenza di insuccessi riproduttivi, consigliamo sempre l'esecuzione di un intervento di varicocele non tanto a scopo di recupero funzionale (che alla sua età dovrebbe ormai essere stabilizzato) ma per evitare il peggioramento di un quadro seminale tutto sommato compatibile con una gravidanza naturale.
Le suggerisco una visita urologica.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
l'esame del Suo liquido seminale mostra una modesta astenozoospermia, a fronte di un buon numero e una ottima morfologia degli spermatozoi. Morfologia fin troppo buona aggiungerei. Il referto può essere considerato buono. Migliorabile certo. E comunque mai foindare l'indicazione chirugica alla correzione di un varicocele su un solo spermiogramma! Io personalmente ne faccio effettuare almeno 3, a distanza di minimo 1 mese uno dall'altro. Poi traggo le conclusioni.
Tenga in ogni caso presente che i motivi per sottoporre a trattamento un varicocele, senza voler entrare nel merito specifico delle modalità tecniche di trattamento, son tre:
1) dispermia
2) sintomatologia soggettiva
3) inestetismi.
L'età cronologica, come vede, non c'entra proprio niente.
Sia ben chiara una cosa: nel Suo caso le remore a consigliare o meno una correzione del varicocele non sono certamente dettate dalla Sua età ma, semmai, dal quadro seminologico.
Purtroppo, anche se le cose stanno cambiando grazie ad una nuova cultura "andrologica" sempre in maggior diffusione, la maggior parte dei pazienti che si rivolgono al Chirurgo per un intervento di varicolectomia appartengono ancora alla terza-quarta decade di vita.
Se l'indicazione è corretta...il trattamento è indicato...
Direi che la cosa migliore sia che il Suo Andrologo ed il Chirurgo di fiducia rivalutino insieme il Suo caso, dimenticando però la Sua età...
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
colgo l'occasione per segnalare che dal 10 al 15 marzo ci sarà la settimana di prevenzione andrologica per cui è possibile effettuare visita andrologiche gratuite presso i centri che aderiscono all'iniziativa
basta consultare il sito www.andrologiaitaliana.it consultando i centri che aderiscono
[#7] dopo  
Utente 592XXX

Iscritto dal 2008
Volevo ringraziare tutti calorosamente per le risposte che mi avete gentilmente dato.
Credo che a questo punto il mio prossimo passo sia quello di effettuare una visita dall'andrologo e di ripetere lo spermiogramma.
Da una delle risposte mi sembra di capire anche che sia utile una ricerca di anticorpi anti-spermatozoi (MAR test? IB test diretto?).
Grazie ancora e buona serata.
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
vogliamo a questo punto attednere l'esito della visita di controllo che Lei ha saggiamente programmato?
Ci tenga informati se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO