Utente 247XXX
Salve,
avendo l'ecografia ai testicoli evidenziato un idrocele "lieve" al testicolo sinistro avevo alcune domande in merito.
La diversa dimensione del testicolo sinistro l'ho notata solo qualche mese fa quando ho avuto una prostatite ( poi epididimite)... Pensavo che poi si sarebbe "sgonfiato", ma l'ecografia ha confermato i sospetti.
Per questo volevo chiedervi:
E' possibile far tornare il testicolo "normale" in questi casi? Non saprei, magari attraverso una cura farmacologica?
L'idrocele può degenerare? Quali sono i consigli che un uomo dovrebbe seguire per non incorrere nel peggioramento eventuale?
Dall'idrocele possono discendere effetti negativi anche sulla fertilità?
Al momento non ho complicazioni né per quanto riguarda l'erezione né dolore ai testicoli come qualche mese fa.
Grazie per l'accortenza che avrete nel rispondermi.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'idrocele non porta ad alterazioni della spermatogenesi né,tantomeno,a problemi sessuali.Il mancato riscontro di dolenzia in sede scrotale, precedentemente riferiti,deve tranquillizzare.Non credo che una terapia farmacologica possa far "rientrare"l'emiscroto nelle misure antecedenti ma ritengo che,essendoLe stata diagnosticata un'epididimite,il quadro seminale debba avere una priorità assoluta.Segua i consigli di un esperto andrologo.Cordialità.