Utente 243XXX
Sono un 32enne e da alcuni anni soffro di deficit erettile.ho fatto alcune visite andrologiche e dopo diversi consulti mi e' stato prescritto dapprima il testogel 50mg con scarsi risultati perche' a loro dire avevo il testosterone libero basso(13pg/ml)e successivamente levitra 10mg con ottimi risultati.Dopo aver avuto l'influenza 2 mesi fa ho notato che in questo periodo avevo un aumento delle erezioni spontanee e senza levitra riuscivo ad avere rapporti sessuali;in quel periodo assumevo aspirina c effervescente 2 pastiglie al di'e ho continuato anche dopo e la difunzione erettile e' scomparsa.sembra una barzelletta ma puo' l'aspirina avere un effetto positivo sui vasi sanguigni?se continuo a prenderla quotidianamente posso avere dei problemi?e' solo un effetto placebo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
credo che i dati da lei presentati non siano sufficienti per farle una consulenza attendibile. Certo che se le erezioni al momento ci sono l'ipotesi più suggestibile è che il suo fosse un problema di ordine mentale più che biologico. D'altra partuna puntualizzazione attuale è necessaria attarverso uno screening andrologico e psicosessuologico concomitanti.
Dagli esiti delle consulenza sarà possibile trarre le conseguenze terapeutiche opportune.
Cordialmente
[#2] dopo  


dal 2008
Capisco che fare una diagnosi con i dati che le ho fornito non sia facile pero' il vostro sito e' fatto per rispondere ai quesiti degli utenti e non dire semplicemente"vada da un andrologo"perche' in questo caso non vedo il senso del sito che avete.Per di piu' dare del malato mentale a una persona bisogna stare piu' attenti perche' anche in questo caso non possiede materiale diagnostico per formulare tale diagnosi anche se e' stato piu'lesto a dirmi questa cosa piuttosto che rispondere alla mia domanda.piuttosto che dare certe risposte e' meglio un buon silenzio
[#3] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
come vede l'inadeguatezza dello strumento informatico la porta per esempio ad interpretare pensieri che non sono stati espressi da me, nè tantomeno intesi come lei li ha voluti intendere.
Io non ho detto che lei ha una problematica di tipo "psichiatrica" o un "disturbo mentale". Sulla base dei pochi dati in possesso le ho consigliato una valutazione sia andrologica che psicosessuologica. Al contrario di quanto afferma, è lei che se non desidera sentirsi ipotizzare genesi "psicosessuologiche" e problematiche che possono essere ascritte a tale area, non deve effettuare richieste sul sito. O meglio, non prendere in considerazione le risposte in tal senso.

Cordialmente
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,é innegabile che un disagio sessuale provochi,quantomeno,uno stato di ansia e di preoccupazione,quindi,con forza ribadisco la strategia proposta dal collega Garbolino di un intervento integrato tra l'andrologo e lo psicosessuologo.Per dirla tutta Le faccio presente che é stato capace di porre sullo stesso piano il levitra,che é un farmaco elettivo per la disfunzione erettile,con ...l'aspirina,di cui, nella letteratura mondiale,non compare alcun riferimento con la terapia della DE.Le assicuro che casi come il Suo,se non inquadrati correttamente,diventano terreno fertile per stregoni e truffatori...Cordialità
[#5] dopo  


dal 2008
Eppure vi garantisco che funziona probabilmente il sangue diventa piu' fluido visto che ho problemi di iperlipidemia sanguigna e il pene si riempie meglio
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...auguri sinceri...Cordialità
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
l'aspirina non è un antidislipidemico e quindi non influenza la presenza o meno di "grassi" nel sangue. Detto questo diventa difficile confermare le sue ipotesi terapeutiche nei disturbi erettivi. Comunque se dsidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#8] dopo  


dal 2008
E' un antiaggregante piastrinico e si dice che faccia bene anche al cuore proteggendolo dall'infarto perche' puo'aiutare la circolazione e'per questo che sospetto che non sia solo un effetto placebo sulla sessualita',forse ho dei problemi circolatori anche perche' di erezioni notturne ne ho ben poche,forse dovrei rivolgermi ad un ematologo
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
senta pure un ematologo ma appena possibile consulti in diretta anche un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.andrologiamedica.org
[#10] dopo  


dal 2008
A dir la verita'di esperti andrologi neho sentiti piu' di uno per la precisione 3 dei quali uno primario;le uniche soluzioni sono state la prescrizione di testogel che mi ha dato piu' erezioni spontanee ma anche effetti collaterali e non tanta influenza sulle erezioni che all'inizio della terapia erano ok poi andavano scemando ; in piu' mi dava ipertrofia prostatica con conseguente dolore e aumento di peso e calo della fertilita' documentato da spermiogramma,di conseguenza ho cambiato terapia con il viagra prima e il levitra poi che mi da piu' efficacia,tutti hanno concordato col fatto che a 29 anni(quando ho fatto l'analisi)avere 13pg/ml di testo libero al mattino quando i livelli sono piu' alti significa arrivare la sera a secco soprattutto per uno come me che fa un mestiere dove eseguo molta attivita' fisica infatti quando sono in ferie o la domenica sento che la libido e'piu' alta.una cosa strana e' che l'lh e l'fsh siano a valori normali nonostante il poco testosterone,potrebbe esserci un'anomalia ipofisaria?
[#11] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
sono il "dottore dei matti", ovvero lo Psicologo, come spesso veniamo definiti

Anche a me, come a molti altri specialisti maschi credo, in passato è capitato di avere difficoltà erettive, ma non mi considero "matto", magari sono stato un po' ansioso all'epoca, ma niente più; per cui credo lei si possa tranquillizzare, non serve mettersi sulla difensiva in questo momento, servono soluzioni

ma quali sono queste soluzioni? o meglio, quali sono le soluzioni che Lei vuole sentirsi dire? Cosa sta cercando?

Già, perchè forse Lei cerca davvero tanto su questo sito tantissime risposte a tantissimi quesiti, e converrà con me che vi è la possibilità che a volte ci si senta dare consigli "malamente" digeribili. Purtroppo il sito ha un limite: noi non la vediamo, e cerchiamo di darle un parere di massima il più possibile vicino alla sua situazione.


Detto ciò, dipende da lei aumentare le probabilità di guarire da questo disturbo: l'intervento psicologico associato a quello medico ha dimostrato di aumentarle davvero queste probabilità.

Per quanto riguarda l'aspirina: non sono un medico, per cui non mi occupo di farmaci, ma onestamente la prima cosa che ho pensato, leggendo la sua mail, è che forse l'influenza, costringendola a starsene un po' a riposo, magari lontanto dalle preoccupazioni quotidiane, ha avuto effetti positivi sulla sessualità in generale...