Utente 263XXX
Buongiorno, un mese fa mi è stato estratto il dente incisivo divitalizzato anni fa, la rimozione è stata necessaria in quanto si è spaccato. Il mio dentista mi ha detto che il mio fisico si era riassorbito la radice e il contenuto del dente, quindi non c'era più radice e l'estrazione è stata molto facile, ha sfruttato uno dei canali per fare un foro e la lì pulire con la fresa per prepararlo all'inserimento dell'impianto. Ho assunto il giorno prima e per 2 giorni il klacid 500 e fino a qualche giorno fa ho fatto gli sciacqui con il dentosan, ma fin dal primo giorno continuo ad avere fastidio, il mio dentista sostiene possa essere un problema di sinusite e mi ha detto che mi rivedrà a settembre (chiudendo un mese tutto lo studio non può essere diverso) e se il problema persisterà mi farà fare i raggi ai seni nasali e paranasali.
A distanza di un mese dall'impianto prosegue il fastidio nella zona dell’impianto... E' un dolore di breve durata (come una pulsazione) che sento qualche volta durante la giornata a volte quando mangio oppure ho la testa giù o semplicemente prendo per esempio in mano una bottiglia d’acqua ... a volte si irradia, anche verso lo zigomo o l'occhio... mi sento come se avessi una bolla d’aria che si sposta nella gengiva e a volte mi sento gonfia da quel lato, inoltre a volte mi fa male e mi brucia nella piegatura del naso e a volte ho anche malditesta.

Cosa posso fare? Il tutto mi rende molto nervosa con conseguenza anche sulle attività lavorative

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La cosa più semplice e banale è quella di effettuare una indagine Rx, ma questo deve farlo un sanitario. Certo la cosa come da lei raccontata è alquanto strana ed è sinonimo di un qualche problema, piccolo o grande che sia. L'impianto è già protesizzato?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dott. Muraca, innanzitutto grazie per aver preso in considerazione il mio caso e per avermi risposto. Per protesizzato intende se è già quello definitivo? Se è così la mia risposta è No, ho il provvisorio che mi verrà rimosso tra qualche mese. Le do altri dettagli: il provvisorio davanti è stato fatto leggermente più spesso e internamente più sottile. Internamente c'è il foro che credo serva per avvitare/svitare il dente ed è stato chiuso non con il cotone ma con una strisciolina alta pochi mm che ha tagliato della lunghezza desiderata l'ha avvolta e inserita nel foro (non ricordo il nome). Dal giorno dell'intervento non è stata più rimossa, sono stata dal mio dentista per 2 controlli si è limitato a farmi sorridere e dirmi che andava tutto bene e l'impianto era venuto benissimo (sulla base dei raggi fatti prima e dopo l'impianto). Non sono un medico dentista....ma potrebbe essere successo come anni fa con un altro dente che è stato divitalizzato e tra una medicazione e l'altra i germi avevano creato del gas che mi portava dolore al dente (questo è quello che mi hanno spiegato)?

Devo preoccuparmi del fatto che il mio fisico si è riassorbito il dente? Può succedere di nuovo?

La ringrazio per il tempo a me dedicato
[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"un problema di sinusite"

Su un incisivo?
Direi di no.

Penso invece ad un problema implantare, dato che è stato fatto il carico immediato con un provvisorio.

La spiegazione più verosimile è quella della formazione di un cuscinetto fibroso fra osso e impianto.
Il carico immediato è utile per l'integrazione implantare, ma solo se le forze in gioco sono modeste.
Quando vengono superate, l'integrazione ossea non è favorita, ma ostacolata con l'interposizione, appunto, di tessuto fibroso.

Le occorre una visita, URGENTE, con un implantologo esperto.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Certo, una visita di controllo di un impianto post-estrattivo immediato che si basa solo sulla linea del sorriso, non è molto indicativa sullo stato di salute dell'impianto. Contatti il suo odontoiatra e le spieghi ben bene la situazione sintomatologica, credo che debba fare un controllo un pò più accurato.
Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno e grazie. Ho effettuato esame rx del cranio e dei seni paranasali, il radiologo ha completato l'esame con ortopantomografia. Esito: modesta apertosi frontale. Sella di ampiezza e profilo regolare. Immagine rotondeggiante proiettata in corrispondenza del profilo mediale del seno frontale di dx sostanzialmente immodificata rispetto all'esame del 2003. Immagini a tipo di cisti mucosa occupante la metà inferiore del seno cancellare omolaterale. Normale la diafania delle restanti cavità paranasali. Setto nasale in asse. Non si osservano alterazioni granulomatose. Non segni di riassorbimento osseo periprotesico a carico dei due perni ball'arcata superiore.

Io però continuo ad avere quello che vi ho segnalato e ho prenotato (a prezzo intero perché pare che con la mutua non c'è ) per giovedì una TAC dentalscan.
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non serve a nulla il dentalscan per vedere se un impianto è a posto.
Gli artefatti dovuti alla presenza del metallo lo rendono TOTALMENTE INATTENDIBILE.

Risparmi pure i soldi, ed eviti di prendersi dei raggi inutilmente..

Anche la panoramica non è del tutto indicativa, e inoltre il radiologo non è per lo più in grado di dire se l'impianto sta bene oppure no.
Meglio una radiografia endorale, quelle piccoline che si fanno in bocca: molti più dettagli.


Le spego meglio le parle dell'ottimo (e diplomatico) dr. Muraca:
"una visita di controllo di un impianto post-estrattivo immediato che si basa solo sulla linea del sorriso, non è molto indicativa sullo stato di salute."
Vanno lette come:
"una visita di controllo di un impianto che si basa solo sulla linea del sorriso, è come non averla fatta."

Mi spiace ribadire il concetto: le occorre una VISITA da un implantologo esperto.
E serio.
[#7] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dott. Formentelli, disdico subito il dental scan... pensavo di farlo, anche su suggerimento del medico di famiglia, credendo che si riuscisse a vedere nel dettaglio la situazione e.... mi sbagliavo :-(

In questi giorni con le festività di Ferragosto è molto difficile qui nella mia città riuscire a trovare uno studio medico aperto e soprattutto che ispiri fiducia.

Il mio dentista riapre lo studio il 27 ma lui tornerà dopo qualche giorno, poichè il lavoro l'hai eseguito lui e gli ho anche già dato un acconto preferirei che mi guardasse lui. Oggi il radiologo mi ha detto che è esclusa la "formazione di un cuscinetto fibroso fra osso e impianto". E' vero? Posso stare un po' più tranquilla? Posso aspettare almeno fino al 27? è URGENTE quanto?

Altrimenti, nonostante problemi temporanei di salute in famiglia che non mi consentono di muovermi più di tanto, mi organizzo per venire in studio da lei.

Grazie ancora e buon ferragosto
[#8] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Non aspetterei fino al 27 un collega esperto in impiantologia che, come gia' chi mi ha preceduto ha detto, sappia farle una valutazione clinica e radiologica mediante un'endoorale lo trova sicuramente,...e poi un secondo parere, in considerazione dei fastidi che riferisce non puo' che esserle utile
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Oggi il radiologo mi ha detto che è esclusa la formazione di un cuscinetto fibroso fra osso e impianto."

Il radiologo, SE ha detto una cosa del genere basandosi sulla sola panoramica, farebbe meglio a fare il suo lavoro per cui è competente, senza impicciarsi di cose di cui non capisce nulla.

Io NON SO se c'è il cuscinetto fibroso fra impianto e osso.
E nessuna panoramica potrà dirmelo.
FORSE una radiografia endorale potrà accertarlo, ma SOLO la visita, toccando l'impianto, mi potrà dire se è successo questo.
La cosa è verosimile.

Ma potrebbe essere un rimaneggiamento di parti di tessuto osseo andato in necrosi durante le manovre implantari.

Ma potrebbe anche essere l'abutment leggermente svitato, o l'esposizione di alcune spire implantari...

Proprio non lo so.

Poi, scelga lei.
O si affida ad un professionista esperto nel campo e serio, oppure ad uno che le racconta la panzana della sinusite (sempre che sia un incisivo, perchè se fosse un premolare la cosa potrebbe essere verosimile).

[#10] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno,

trovo giusto e rispettoso che fino alla fine sappiate come procedono le cose.
Il 14 di agosto sono stata da un dentista che fa impianti dal 1988 e secondo lui, sulla base della panoramica, il mio impianto è fallito o destinato a fallire. "Attenda il suo dentista"

Oggi sono stata dal mio dentista, mi ha fatto 2 rx endorali e mi ha inserito il dito nelle narici del naso per toccare, sul lato di dx ho più male che a sinistra. L'impianto appare saldato, non ci sono problemi ai lati ed è sufficientemente distante dal seno mascellare per creare problemi.

Mi ha rilasciato gli rx e, prima di fare una TAC, mi ha invitato ad andare dall'otorino in quanto secondo lui il problema è la cisti mucosa che ho sul seno mascellare.

Questo pomeriggio ho la visita e i due medici si consulteranno.