Utente 264XXX
sono Raffaele, mi sono operato 2 mesi fa di ernia inquinale destra e solo oggi ho ripreso ha fare gli allenamenti di calcio. Solo dopo tre giorni, di allenamento, ho dei dolori al pube quando stringo le gambe e dei dolori quando corro.il terapista della squadra ha detto che è pubalgia e che devo stare fermo per un pò e fare delle terapie,
ma siccome anche quando avevo un ernia mi ha diagnosticato una pubalgia non so se crederlo e vorrei un consiglio da voi poichè faccio calcio a livello professionistico e non vorrei fermarmi di nuovo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
In realta' la diagnosi di pubalgia sembra poco credibile, soprattutto in considerazione del fatto che lei e' stato operato di ernia inguinale appena due mesi fa. Tutto puo' essere, ma ci credo poco... Senza nulla togliere al lavoro e alla professionalita' dei fisioterapisti e' bene comunque precisare che per fare diagnosi e' necessario essere Medici, per cui e' evidente che nessun fisioterapista, pur bravissimo nel suo lavoro, puo' risultare affidabile quando si avventura al di fuori delle proprie competenze. Il mio consiglio e' quello di sentire il Chirurgo che ha effettuato l'intervento, oppure un Fisiatra (Medico Specialista in Fisiatria), o un Medico dello Sport; anche perche' per allenarsi a livelli professionistici due mesi dall'intervento a me personalmente sembrano un po' pochini.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
vorrei chiederLe se una ecografia potrebbe essere di aiuto ad una diagnosi più precoce visto che il chirurgo che mi ha operato in questo momento è in vacanza.
grazie della sua rapida risposta, un saluto
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Dell'ecografia nuda e cruda ci fa poco: la diagnosi di ernia inguinale (e delle eventuali complicanze) si fa con la visita, anche se e' pur vero che in certi casi il Chirurgo puo' richiedere un'ecografia di controllo; ma solo, ripeto, in casi particolari; e poi ugualmente ci vorrebbe comunque il parere del Chirurgo per interpretarla. Insomma non posso dire che assolutamente non serve mai, pero' se il suo scopo e' quello di guadagnare tempo di certo in questo modo non ottiene nessun vantaggio. Paradossalmente, per arrivare a potersi riallenare il prima possibile, la cosa migliore da fare in attesa che il Collega torni dalle vacanze e' di non sforzare la regione interessata dal dolore. Anche perche' questo consiglio sarebbe valido anche se fosse una pubalgia...
Cordiali saluti