Utente 476XXX
Inizio una nuova discussione per chiedere un chiarimento rispetto alla mia situazione che è, ricordo: balanopostite curata poco tempo fa con antibiotici dopo aver riscontrato per mezzo di tampone balano-prepuzioale la presenza di Chlamidia e di uno streptococco.
Gli effetti della malattia sono stati un arrossamento della metà inferiore del glande, una continua produzione di smegma, una lesione della superficie dello stesso che si presenta frastagliata e una ipersensibilità che mi causa eiaculazione precoce... ed è di questa ipersensibilità che volevo parlare.

Sia chiaro, io sento una sensazione di piacere anche solo scrollando il pene dopo aver urinato e tale è ben circosritta alla parte colpita dalla balanopostite. Ora....dopo la cura antibiotivca vedo che le cose stanno migliorando all'occhio ma questa ipersensibilità di norma si riassorbirà con il progressivo miglioramento della superficie del glande? e se così non dovesse essere, quali strade dovrei percorrere? Ci sono creme, interventi, circoncisione? Insomma vorrei qualche info se dovessi recarmi da un venerologo così da avere le idee più chiare, soprattutto perchè oltre al problema limitato alla cute c'è quello della sfera sessuale....il mio andrologo mi aveva accennato alla possibilità di una circoncisione se la ipersensibilità non dovesse passare che francamente non mi lascia molto entusiasta....

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,
io continuo a sostenere che quadri clinici particolari e complessi come il suo non possono essere affrontati e tanto meno risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta per impostare le eventuale , necessarie e successive strategie terapeutiche . Quindi, in questo contesto, non si può dire nulla di corretto ed utile.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it

[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sebbene sia superfluo aggiungere il mio parere, mi trovo in pieno accordo con il Collega Beretta e sottolineo come l'insostituibilità del rapporto medico-paziente sia in questi casi ancor più pregna.

cari saluti