Utente 217XXX
Es. Dott. sono una donna di mezza età e da molti anni soffro di fibrillazione atriale parossistica. Ho già subito 2 volte la cardioversione elettrica. Sono in cura con Ritmonorm 425 al dì e cardioaspirina. Pur non avendo particolari disturbi gastrici, ultimamente il medico mi ha prescritto un gastroprotettore e precisamente Lansoprazolo 15mg. Dopo alcuni giorni mi sono accorta che perdevo i capelli. Mi sono
allarmata e ho sospeso, sponte mia. Le chiedo: è proprio necessario il farmaco, e, ancora, ne esiste uno che non abbia questo effetto collaterale?La ringrazio molto e saluto cordialmente. Lucetta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Effettivamente gli inibitori della pompa protonica come il lansoprazolo possono causare perdita dei capelli. Il danno ai capelli farmaco-indotto è solitamente reversibile dopo l’interruzione del trattamento e la gravità del danno dipende anche dalla predisposizione individuale. Per la fibrillazione atriale la prevenzione della tromboembolia viene garantita, nei pazienti a rischio, dalla terapia anticoagulante e non da quella antiaggregante con cardioaspirina. Inoltre la protezione gastrica nei soggetti che assumono cardioaspirina non è necessaria "a tappeto", anche se spesso è questo l'atteggiamento medico, ma solo nei pazienti a più alto rischio emorragico gastrointestinale, anche perchè la cardioaspirina è "tamponata" e quindi resa meno gastrolesiva dell'aspirina comune.
Cordiali saluti