Utente 270XXX
Ho venti anni e ormai da tre anni sono "sbattuto" tra endocrinologi, chirurghi e analisi vari per una ginecomastia. Inizialmente mi è stato prescritto il nolvadex che non ha portato ad alcun miglioramento, quindi mi sono rivolto a tre diversi chirurghi i quali mi hanno risposto che la mia ginecomastia c'è ma è poco accentuata quindi non è possibile farla tramite servizio nazionale. Obbiettivamente ho del grasso in eccesso ma niente di esagerato ma il capezzolo sporge di parecchio, di circa tre centimetri.
Ormai questo problema mi blocca nelle relazioni, non vado al mare e ho smesso sport. A chi mi posso rivolgere? E' a indiscrezione del chirurgo ricorrere al servizio nazionale o cercano soltanto di avere profitto economico? Grazie mille Mattia.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Pellegrini
24% attività
4% attualità
12% socialità
OCCHIOBELLO (RO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buonasera Mattia,
mi par di capire che il suo è un problema di ginecomastia falsa cioè presenza esuberante di tessuto adiposo.
Se lei ha in mano un'ecografia ed una diagnosi può rivolgersi ad un chirurgo plastico per la proposta di intervento che ritengo dovrà essere la liposuzione.
Per quel che riguarda la discrezionalità del medico, credo che molto sia da ricondurre al motivo che porta il paziente a scegliere la chirurgia: è presente un difetto estetico o è presente un disturbo fisico?
Quando vi sono corrette indicazioni all'intervento anche il professionista è più tranquillo.
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,
forse mi sono spiegato male, è un problema quasi esclusivamente della ghiandola.
La ghiandola sporge notevolmente. Di disturbi fisici ho solo l'estradiolo un pò superiore hai parametri.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Pellegrini
24% attività
4% attualità
12% socialità
OCCHIOBELLO (RO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Ok, forse non ho capito bene io.
Mi faccia avere per favore in posta elettronica l'esito della ecografia e dell'ev. citologico.