Utente 273XXX
sono un ragazzo di 21 anni che ha già sostenuto una visita andrologica con un professionista. il consulto è andato a buon fine in quanto tutti i miei dubbi sono stati dissolti tranne uno. il mio pene in stato di flaccidità risente di notevoli mutamenti nelle dimensioni: questo avviene nelle situazioni più comuni e dove il fenomeno a mio parere è più comprensibile, come ad esempio forti escursioni termiche e stress, ma anche in altre circostanze, camminando per strada, a scuola e in quasi tutte le azioni quotidiane che richiedono un certo "impegno". risulta essere molto più lungo invece alla sera, quando non sono affaccendato in nulla. l'andrologo che ho consultato mi ha rassicurato e ha dato la colpa alla mia emotività, essendo io un tipo molto timido e ansioso, tuttavia non convincendomi. è possibile che solo la sera posso avere un pene rilassato, mentre quando sono fuori o comunque impegnato in qualcosa no? se sì questo è davvero da attribuire alla mia emotività ed ansietà? non soffro di ipertensione o patologie del genere, ho solo un carattere più introverso rispetto ad altri. vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il pene,allo stato di riposo,serve solo per la minzione...e,quindi,non dovrebbe condizionare dal punto di vista sessuale.
Purtroppo,la caratteristica contrattilità di questo organo erettile,condizionata da stress psichico e termico nonchè da varie altre condizioni esterne,porta spesso il maschio a soffrire di sindrome da spogliatoio ed a vergognarsi per un ipotetico ipogenitalismo che,in condizioni diverse e,specialmente,in erezione,non compare.Abbia pazienza e mediti sui consigli ricevuti dallo specialista reale di riferimento.Ha mai eseguito uno spermiogramma?Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la celerità con cui ha risposto alla mia richiesta. lo specialista che ho consultato mi ha prescritto uno spermiogramma ed un esame del sangue, ma non per il problema che le ho descritto sopra, bensì per stabilire un eventuale carenza di testosterone e per saggiare la mia reale fertilità (FSH, LH, PRL T3, T4 TSH, SHBG). per quanto riguarda le dimensioni del pene in stato di riposo l'andrologo ha più o meno risposto nel suo stesso modo: che non ci sono rimedi reali in quanto il tutto dipende da una molteplicità di cause esterne ed emotive. mi sono rivolto a Lei poiché mi sembrava che ci fosse troppa differenza di dimensioni tra uno stato e l'altro ed in circostanze a mio parere talvolta inspiegabili. lo spermiogramma può stabilire invece eventuali cause di questo problema e risolverli? La ringrazio ancora. Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non esiste alcun rapporto tra l'esito dello spermiogramma e l'ipogenitalismo latente a riposo, specialmente considerando la negatività della visita andrologica.A questo punto,s'adegui perchè è tutto normale.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
bene è tutto chiaro. eseguirò lo spermiogramma come prescritto. la ringrazio per il suo prezioso aiuto. arrivederci