Utente 274XXX
Buonasera.
Ho 25 anni e da poco ho iniziato ad assumere finasteride 1 mg/die (Propecia) per l'alopecia androgenetica. Attualmente ho quasi terminato il secondo mese, per la precisione sono all'ottava settimana di terapia.
E' da circa un mesetto se risento ogni tanto di dolori ai testicoli. Tali dolori si presentano e poi capita che si attenuino per poi magari ripresentarsi dopo pochi giorni. Sono dolori principalente al tatto, diciamo qundo mi capita di sollevare il testicolo avverto questo dolorino/fastidio un po' pungente, che prima che iniziassi la terapia non avvertivo.
Ad esso si affianca anche un fastidio in zona inguinale anch'esso temporaneo, e che capita si ripresenti ogni tanto a destra altre volte a sinistra, quasi come un senso di pesantezza/debolezza in quella zona.
Diciamo che ho molta paura per la mia prostata perchè mi sembra di avere anche la zona anale più sensibile quando seduto. Leggendo su internet infatti alcuni accusano Propecia di procurare prostatiti croniche abatteriche, è vero?

Sul foglietto illustrativo del propecia c'è scritto tra gli effetti collaterali "dolore testicolare" e che esso è provissorio. E' vero ciò? O è meglio che mi faccia visitare?

Voglio inoltre dire che il mio medico di famiglia mi ha detto palpandomi che presento un lieve varicocele, nulla di grave per ora a suo dire.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che prima della terapia sarebbe necessaria una visita andrologica per una valutazione oggettiva dell'apparato genitale ed un esame ormonale per valutare l'integrità dell'asse ipotalamo-ipofisi-gonadi e quindi per potersi confrontare nel corso della terapia.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta.
Vedrò di sospendere immediatamente e fare una visita andrologica. Per quanto riguarda l'esame ormonale ogni quanto andrebbe ripetuto?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
nel primo anno ogni sei mesi e dopo una volata all'anno.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Maretti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere altre informazioni "non positive" sulla finasteride, le consiglio la lettura anche di questo link:

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/630/Disturbi-dell-erezione-e-del-desiderio-sessuale-Finasteride-Dutasteride .

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Grazie ancora per le vostre cortesi risposte. Vedrò di effettuare la dovuta visita andrologica ed i dovuti esami il prima possibile.
La ringrazio del link da lei fornitomi dottor Beretta, avevo già sentito parlare dei possibili effetti collaterali sul piano sessuale della finasteride.
Nel mio caso non ho risentito di tali sintomi ma solo dei dolori e fastidi descritti sopra.
Le mie paure sorgevano anche da aver letto su internet di soggetti che utilizzando finasteride per alopecia androgenetica sono andati incontro a forme di prostatiti croniche abatteriche (cpps). Vi risulta nella vostra esperienza medica e conoscenza del farmaco che una cosa del genere possa essere possibile?
Su un forum di andrologia ad esempio si afferma che il DHT è essenziale per la prostata in quanto testualmente: "bloccando la produzione del DHT può indurre la riduzione della capacità prostatica di rispondere alle infezioni e di svolgere le sue funzioni, oltre alla attività depressiva sulle funzioni testicolari". E' vera questa cosa?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le sue ultime affermazioni sono molto discutibili; pensi a tutti i signori over 50 che prendono questo prodotto, ad un dosaggio cinque volte a quello a lei proposto, proprio per risolvere alcune problematiche a livello prostatico.

Se fosse vero quello da lei riferito avremmo dei peggioramenti della loro situazione clinica e non i miglioramenti che invece si possono osservare.

Ancora un cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Concordo ampiamente con quello detto dal dott. Beretta e aggiungo che ogni caso va valutato per se ed infatti nel suo caso specifico lei non ha notato effetti collaterali che ,come ci dice, sono descritti nei vari forum.

Cordialità