Utente 270XXX
Gentilissimi, Mio fratello ha avuto una ischemia coronarica con inserimento di stent medicato. Prende sette farmaci. Ma alcuni, leggendo iil foglietto interno sembrano pericolosissimi soprattutto per le emorragie. Plavix, cardioaspirina, coumadin tutti insieme sembrano un mix esplosivo. ma e' proprio cosi'? Mio fratello non ci fa' caso ma io si. Vorrei un Vostro parere Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è alquanto inverosimile che in un soggetto affetto da cardiopatia ischemica associ antiaggreganti (plavix e cardioaspirina) con anticoagulanti, proprio per l'elevato rischio emorragico. Si accerti se effettivamente i tre farmaci siano assunti in tal modo e in caso positivo si consulti con il collega che ha prescritto tale terapia.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2013
Gentile Dr: Martino, secondo le spiegazioni dei medici dell'ospedale che hanno effettuato l'intervento l'assegnazione della terapia detta la triplice e' perche' nella coronarografia a mio fratello sono state riscontrate 2 coronarie cosidette "A FORMA DI ROSARIO"e quindi secondo loro ad alto rischio trombotico. Sempre secondo il piano di cure la cardio aspirina verra' tolta dopo 6 mesi (sono gia passati 70 gg. dall'intervento) rimanendo solo con plavix e coumadin e dopo un anno anche il plavix verra' tolto. A causa di questo il range del coumadin deve essere tenuto fra 2 e 2,5 una follia. Ora mio fratello per il 1^ controllo ha scelto un professionista di un'altro ospedale ed avra' la visita il 23 novembre e quindi potremo chiarire con lui questa situazione. nel frattempo mio fratello svolge la sua vita normale e fino a questo momento grazie a Dio tutto e' andato ok. Vorrei avere ancora il Suo parere a fronte di queste ulteriori spiegazioni che non avevo fornito nella precedente domanda, e come lei considera questa forma di coronarie e se sono veramente cosi a rischio di occlusione da imporre una cura cosi forte. E pensare che gli hanno detto che molto probabilmente sono genetiche. Aspetto con fiducia il Suo pensiero. Grazie in anticipo e saluti Ps : Alcuni consigli per le emorragie e come fa' a capirlo. ma forse chiedo troppo. Mi scusi
[#3] dopo  


dal 2013
Dr. Martino e la risposta? Non puo' lasciarmi cosi' senza una risposta
[#4] dopo  


dal 2013
Dr: Martino allora dopo 2 mesi la risposta???????????????????????????????????'
[#5] dopo  


dal 2013
DR. MARTINOOOOOOOOOOOOOOOOOO SONO 3 MESI CHE ASPETTO UNA RISPOSTA....... HA PAURA A DARMI UNA RISPOSTA? ALLORA MI RISPONDA QUALCHE ALTRO MEDICO.