Utente 275XXX
Gentili Dottori,

Ho 47 anni, 2 figli, non soffro di alcuna patologia ed ho uno stile di vita a mio avviso sano. Sono un po in sovrappeso ma pressione arteriosa e esami del sangue generali sono regolari.
Ultimamente però avvertivo che le mie erezioni non erano più le stesse e mi sono rivolto ad un andrologo che dopo avermi fatto controllare i valori ormonali ( nella norma anche questi) e dopo una accurata visita mi ha sottoposto ad un doppler penieno . Mi è stato iniettato un farmaco nel pene ( 10 micro grammi) ma non c'è stata alcuna risposta. Anzi se possibilel mi si è ritratto ancora di più ( ero molto teso al momento dell'esame) .Qualche decina di minuti dopo mi è stata praticata una ulteriore iniezione e questa volta c'è stata un minimo di risposta ( una leggera tumescenza) che è stata definita dal medico come "border line" e pertanto l'esame ecografico che avrebbe dovuto seguire secondo lui " non avrebbe data informazioni attendibili. A questo punto il medico mi ha fornito di una ulteriore dose di farmaco ( caverject 10 microgrammi) da iniettarmi così come lui mi avevav fatto vedere poco prima di un rapporto sessuale per poi riferirgli le reazioni in una situazione per me più tranquilla. Ebbene, seguendo le sue indicazioni sono riuscito a raggiungere una erezione piena, per me sorprendente e che è durata almeno due ore.
Volevo chiedere a questo punto , quali informazioni si ricavano da questo fatto? posso escludere patologie e attribuire all'ansia la mancata risposta nello studio del medico?
Grazie per il Vs interessamento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,è evidente che lo stato s'ansia rilevato nell'esecuzione dell'ecodoppler abbia falsato l'esame,grazie ad un ipertono adrenergico vasocostrittore.La favorevole risposta della autoiniezione di 10 mcg. di prostaglandina,allontane i fantasmi di in defici arterioso e conferma il benessere fisico dimostrato dagli esami ematochimici e circolatori eseguiti.Le conclusioni diagnostiche,a mio avviso favorevoli,Le lasci all'andrologo reale di riferimento.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dott Izzo, nel ringraziarla per la prontissima e rassicurante risposta, volevo chiederle se esistono farmaci in grado di controllare l'ansia nei rapporti sessuali ( un po in generale non mi sento tranquillo quando approccio al sesso) ed eventualmente se tali farmaci possono essere prescritti dall'andrologo.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la disfunzione eretitile,così come l'nsia da prestazione,l'angoscia del fallimento etc. ad essa correlate,silurano ma i modi ed i tempi della terapia vanno prescritti dallo specialista reale,cui La rimando.
Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dott Izzo, nel ringraziarla per la prontissima e rassicurante risposta, volevo chiederle se esistono farmaci in grado di controllare l'ansia nei rapporti sessuali ( un po in generale non mi sento tranquillo quando approccio al sesso) ed eventualmente se tali farmaci possono essere prescritti dall'andrologo.
Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...è l'andrologo che li prescrive.Cordialità.