Utente 276XXX
Salve a tutti, purtroppo sono venuto anche io a conoscenza di questa sindrome di cui non avevo mai sentito parlare fino a qualche giorno fà.
Vorrei chiedere un vostro parere, in base alle vostre esperienze, perchè la preoccupazione è tanta.
Una mia persona cara (26 anni) soffre da 4 anni di frequenti tachicardie. All'inizio gli fu riscontrato un prolasso della mitrale. Nell' ultimo anno la frequenza è aumentata, tanto da verificarsi piu' volte al giorno, spesso in particolari condizioni emotive.
Nell' ultimo mese ha avuto un paio di episodi di sincope, quindi ha deciso di fare una visita da uno specialista che facendole l'Ecg le ha parlato di una possibile sinsdrome di B, la settimana prossima sarà ricoverata per tutti gli accertamenti.
Vorrei sapere, in base alle vostre esperienze,i sintomi sono necessariamente associabili a questa sindrome?
Sono dubbioso (da quanto letto in giro) per il fatto che la tachicardia sia così frequente e associata spesso a stati emozionali...
Qualcuno potrebbe darmi un suo parere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la diagnosi di sindrome di Brugada, patologia aritmica fortunatamente rara, richiede specifici esami elettrocardiografici che non possono esser associati ad un tipo di sintomatologia così comune come quella da lei descritta.
I dubbi, pertanto, sono più che leggittimi.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Dott. Martino grazie mille della risposta....mi conforta almeno sapere che non debba necessariamente trattarsi di questa patologia, in attesa degli esami che effettuerà a breve. Lo specialista che l'ha visitata ( un noto primario di cardiologia) in effetti dal Ecg e dai sintomi ha parlato di una possibilità di sindrome di Brugada ( stimando una prob del 60%), non accenndando ad altre patologie, e programmato un ricovero a breve per esami approfonditi. Speriamo che possa trattarsi di qualcosa di meno grave...
Grazie e saluti