Utente 278XXX
Saluti a tutti i medici che leggeranno, vi ringrazio in anticipo.
Premetto che, sono un ragazzo di 17 anni, e da almeno 3 anni soffro di iperidrosi generalmente diffusa in tutto il corpo, ma particolarmente presente su mani, piedi e ascelle. Vagando per il web ho letto che per la zona plantare la situazione si complica, ma come si può immaginare il problema vero e propio è localizzato sulle mani. Per interazioni sociali, ma anche per piccole attività quotidiane questa vera e propia formazione di gocce continue di sudore sulle mani sta divenendo un incubo.
Se possibile con consenso dei genitori vorrei sottopormi all'operazione il prima possibile per tentare di eliminare alla radice il problema, ma, essendo appunto un operazione per chi non conosce il campo sorgono subito perplessità e domande alla quale spero possiate dare risposta.
Le quali sarebbero: è possibile essere operati anche se minorenni? Per l'effetto post-operatorio sul corpo, è meglio l'applicazione delle clip oppure no? Cambia qualcosa dallo svolgere l'intervento a distanza di tempo sui due lati oppure fare tutto in un unica volta?
Sperando di conoscere già dopo aver letto vari articoli le principali complicanze post'operatorie vorrei capire anche un eventuale tempo di attesa per la visita iniziale e la possible operazione, inoltre il prezzo dell'intervento se per mutua dovesse prendere troppo tempo.

Vi ringrazio in anticipo e confido nelle vostre risposte
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente
L'intervento chirurgico di simpaticectomia è l'unica vera soluzione al problema.
Non è affatto vero che la sudorazione plantare si complica anzi spesso si verifica un miglioramento (non sicuro) dovuto alla riduzione dello stato ansioso generale.
Il problema piuttosto potrebbe essere la sudorazione compensatoria che nella stragrande maggioranza dei casi è molto leggere e non fastidiosa e solo in casi eccezionali può essere importante (io non ho mai visto un solo caso di compensazione importante).
L'intervento si può effettuare anche se minorenni ma in questo caso è necessario il consenso firmato dei genitori.
L'intervento lo si effettua bilateralmente cioè in entrambi i lati nella stessa seduta operatoria. Effettuo uno o al massimo due piccoli buchini in sede ascellare e non uso le clip perchè a fronte di un maggiore rischio di insuccesso non danno vantaggi sicuri di reversibilità.
Tuttavia consideri questa risposta solo a carattere generico. Nel caso in cui fosse davvero interessato è necessaria un colloquio in presenza dei genitori.
Io lavoro in Lombardia e per coloro che sono fuori regione o comunque lontani generalmente mi organizzo in questo modo:
Effettuo un primo colloquio telefonico per chiarire alcuni punti importanti; se il paziente è convinto allora organizzo la visita ambulatoriale ed il ricovero nello stesso giorno in tempi molto brevi.
Tutto è coperto dal SSN e quindi "non" a pagamento. La durata totale del ricovero è di tre giorni (giorno di visita e ricovero, giorno di intervento e giorno successivo di dimissione).
Mi consideria disposizione nel caso in cui fosse interessato.

[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la dettagliata risposta, ormai sotto consenso dei miei genitori sono convintissimo di voler effettuare quest operazione, avrei solo due ulteriori domande,1- che genere di anestesia viene utilizzata? 2- Quali sono i riscontri post-operatori (Dolori, altro) e, in caso come vengono "curati".
Inoltre non essendo pratico di questa piattaforma vedo che esercita anche a sondalo, sarei lieto di prenderla in considerazione ma non saprei come contattarla.
La ringrazio ancora

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
L'intervento viene eseguito in anestesia generale e dura circa 35-40 min.
Può essere presente dolore post-operatorio in sede ascellare dove si fanno gli accessi per l'intervento ed al centro dello sterno ma sono dolori lievi di breve durata che vengono facilmente controllati con i farmaci.

Io lavor a Sondalo (ospedale Morelli)
www.aovv.it

Le lascio il recapito di reparto: 0342-808622
i miei contatti li trova anche sul mio profilo di questo sito