Utente 278XXX
Egregi Signori,
il quesito è il seguente: è possibile che l'esposizone ai raggi x (lastre, tac, ect) dei testicoli, avvenuta in Germania ca 15-10 anni fa, possa avere causato danni tali che un eventuale concepimento oggi sia a rischio di malattie genetiche? A causa di vari traumi (incidenti sportivi e in moto) si sono rese necessarie, come immaginate, delle lastre (15-20 in totale)-addome, busto, gambe, durante le quali non sempre è stato possibile coprire (o coprire adeguatamente) i testicoli, per quanto mi è stato detto. I vostri colleghi tedeschi a suo tempo sconsigliarono caldamente un ulteriore concepimento perchè a rischio. E' così? Si tratta di un uomo oggi di 53 anni. Se così non fosse quali sono gli e esami più opportuni da fare?
Grazie per l'attenzione e spero per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

prima di tutto è necessario eseguire un esame del liquido seminale in un centro dedicato a problematiche riproduttive che segua i criteri WHO 2010 (Organismo Mondiale Sanità) in modo di avere dati attendibili su cui potersi confrontare. Successivamente potrebbe essere necessario valutare l'integrità del DNA spermatozoario attraverso il test di frammentazione.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Egregio Dottore,
La ringrazio per la risposta. Se intendo correttamente, qualora entrambi gli esami dessero risultato positivo (nel senso che non ci sono anomalie) allora si potrebbe pensare ad un concepimento. Quindi nella situazione attuale sarebbe meglio evitare rapporti non protetti perchè potenzialmente a rischio?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
premesso che gli esami non danno un risultato positivo ma danno dei numeri che vanno interpretati, è evidente che non si possono fare ipotesi.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
ha ragione ho mal posto il quesito. Ciò che non ho capito è se 15-20 lastre un tot di anni fa possano avere effetti su un concepimento oggi. Lei sconsiglia i rapporti non protetti fino all'esecuzione degli esami? Grazie per la pazienza.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

premesso che i potenziali effetti delle radiazioni sono di natura probabilistica, dove non è stato dimostrato un valore di soglia al di sotto del quale non si manifestano, si possono manifestare anche dopo diverso tempo dall’esposizione e dove la probabilità di insorgenza di questi effetti aumenta con la dose.

Oltre agli effetti che si manifestano direttamente sulla persona esposta a radiazioni, esiste la possibilità di effetti ereditari sulla prole.

Sperando di averla soddisfatta la saluto cordialmente.