Utente 279XXX
Buongiorno,sono ormai anni che soffro di extrasistole(sia ventricolari che sopraventricolari),in passato ho effettuato sempre delle visite dove non risultava nula di anomalo,questa mattina ho effettutao una nuova visita perchè queste aritmie non mi danno pace(venerdi metterò l'holter),dall'ecg è emersa una extrasistole ventricolare e basta,poi ho effettuato l'ecocardiogramma e questo è il referto:camere cardiache non dilatate,conservati gli spessori parietali e la cinetica del vn sin.lam ridondante,ispessito senza sicuri segni di pv e con minimo rigurgito valvolare.
Le mie domande erano le seguenti:è pericoloso avere un mino rigurgito in presenza di extrasistole ventricolari?come mai dall'ecocardiogramma dell'anno scorso non emergeva nulla di anomalo mentre oggi si?c'è differenza tra rigurgito valvolae e insufficienza mitralica?grazie cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la stessa dizione di "minimo" rigurgito valvolare le dovrebbe far comprendere che la lieve imperfezione anatomica non ha alcuna importanza clinica. Dal contesto dell'ecocardiogramma, si evince un'ottima funzionalità cardiaca, stia perciò del tutto serena.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la risposta,un ultima domanda:è possibile avere un minimo rigurgito senza un prolasso della valvola?il cardiologo mi ha parlato di questo lembo leggermente un po più spesso e non proprio di un prolasso.
[#3] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Dottori,potete dirmi se c'è differenza tra un minimo rigurgito valvolare o insuffucienza mitralica?grazie distinti saluti.