Utente 227XXX
Salve
Premetto che fin da bambino ho avuto episodi sporadici( meno di uno all'anno) di tachicardia.Inoltre fumo circa 15 sigarette al giorno e consumo 2-3 tazzine di caffè al giorno( però tutte concentrate in una botta sola, dopo pranzo).

L'altra sera ho avuto un episodio di tachicardia parossistica sopraventricolare causato da un extrasistole(cosa confermata da un medico)(credo di avere qualche extrasistole al giorno, perchè ho la senzazione come se stesse per iniziare la tachicardia ma poi non inizia)
Sono andato in pronto soccorso e mi hanno misurato la frequenza cardiaca(200 bpm) e la pressione(125-75).In seguito mi hanno fatto distendere su un lettino e mi hanno fatto una flebo(non so cosa c'era dentro) e mi hanno fatto aspirare e trattenere il fiato.La frequenza mi è scesa fino a 110 bpm. Mi hanno fatto anche un ECG dal quale non sono emerse irregolarità.Diversi anni fa mi avevano detto che questi episodi succedevano anche in cuori perfettamente sani(come il mio) e che sarebbero scomparsi con l'età.Anche l'altro giorno mi hanno semplicemente rispedito a casa dicendo che non c'era nessuna patologia...
Fatto sta che la mia frequenza cardiaca a riposo(non so da quanto tempo perchè prima non me la misuravo) è di 95-100 bpm. Inoltre se faccio anche semplici sforzi come salire le scale velocemente puo' arrivare a 120-130 bpm(anche se poi riscende) senza che mi senta particolarmente affaticato a livello di respirazione. Questa cosa mi insospettisce un po', anche se sono un po' ansioso quindi è possibile che il battito elevato a riposo dipenda anche da questo.
1)Volevo sapere in che misura il fumo e la caffeina influenzano questo fenomeno(per il fatto che aumentano la frequenza a riposo sono d'accordo, ma per quanto riguarda gli episodi di tachicardia questi li avevo anche quando non fumavo, quindi pensare che il fumo sia una delle cause mi sembra errato)
2)Se mi viene una tachicardia mentre sto praticando attività fisica, questa può essere amplificata dal fatto che mentre faccio sport ho una frequenza di almeno 160 bpm?
3) Se non consumo alcol abitualmente ma ogni tanto arrivo ad averne concentrazioni nel sangue come 1,5 g/l questo puo' determinare(solo nel breve arco di tempo in cui sono ubriaco) l'insorgere di tachicardie o extrastistoli?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
É opportuno che lei esegua un Holter cardiaco per verificare se davvero lei abbia una tachicardia parossistica sopraventricolare. In tal caso dovrebbe assumere farmaci anti aritmici ed almeno antiaggreganti piastrinico oppure pensare ad un tentativo di ablazione.
Certo è che se fuma come dice, se, beve alcoolici come dice lei non ha davvero paura per la sua salute.
É troppo giovane, mi pare, per ipotecare il suo futuro, non le pare?
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
C'è comunque da considerare il fatto che queste arirmie mi vengano meno di una volta l'anno(quindi sporadicamente). Poi sono consapevole del fatto che il fumo faccia male, ma credo che in una persona che fuma da 6 mesi non si sia ancora compromessa la salute a causa del fumo. Quindi volevo sapere solo che influenza hanno il fumo e l'alcol nel breve termine(ad esempio solo nelle ore dopo che ho fumato una sigaretta o mi sono ubriacato)
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sono momenti di estrema pericolosità per cervello e cuore.
Poi ovviamente é maggiorenne faccia cosa crede del suo organismo
Arrivederci
Cecchini