Utente 285XXX
buongiorno,sono un ragazzo di 30 anni,circa 4 anni fa' in seguito ad un episodio in cui durante un rapporto non ebbi erezione iniziai di mia spontanea volonta' senza nessun consulto ad assumere viagra.Un po' per la vergogna di esporre il mio problema ad uno specialista mi sono abituato a questa condizione senza andare ad indagare quali potessero essere le cause di questa mia disfunzione.
Ora sono arrivato ad un punto in cui davvero non ce la faccio piu ad andare avanti cosi,e mi sono rivolto ad un andrologo,ma avrei comunque piacere avere un vostro consulto.Da poco mi sono fidanzato con una ragazza e dover sistematicamente programmare i rapporti in segretezza mi fa sentire un idiota.Dovermi chiudere in bagno a spezzettare le pillole...Inoltre cio' che mi preoccupa è il fatto che da un po di tempo a questa parte nemmeno piu il viagra sembra avere effetto e durante i rapporti perdo l'erezione,che comunque non avviene se non in presenza di stimolo manuale,soprattutto da parte della mia mano.Credetemi sono un bel ragazzo non mi manca nulla,ma questa condizione sta ledendo la mia autostima,con evidenti ripercussioni sulla vita sociale.Vorrei tanto uscire da questo tunnel.Vorrei precisarvi che da tempo non ho erezioni spontanee,e le erezioni mattutine sono scomparse da tempo,anche durante la masturbazione l'erezione non è buona e comunque va via nel lasso di poco tempo.Ho avuto un episodio di cistite (escherichiacoli) circa due anni fa' curata con antibiotico,e ricordo anche in giovane eta' di aver avuto problemi nella minzione,bruciore,continuo stimolo.brividi nell'urinare.L'andrologo tramite esame rettale mi ha detto che ho la prostata infiammata,ed ora sto aspettando l'esito del tampone uretrale i dosaggi ormonali sono ok,dall'eco prostatica emerge che l'ecostruttura della ghiandola è modicamente disomogenea.Ormai io non penso ad altro durante la giornata,lo sto vivendo un po come un incubo,il mio essere perennemente allegro e spensierato è svanito e se ne sono accorti tutti,vorrei qualora ci sia la possibilita' un vostro parere,è possibile guarire e tornare alla normalita'?il mio problema ha intaccato credo la libido.mettermi a letto e fare l'amore mi sembra oramai un test!,che squallore,ne consegue ansia e tutto il resto..è un circolo vizioso.E' possibile che il fatto che io non voglia piu assumere viagra possa renderlo inefficace?tempo fa' quando lo assumevo la sera,l'indomani mi svegliavocon erezioni rigidissime e durature ora non piu',da cosa puo dipendere?vi ringrazio per le risposte ed i conforti che vorrete inviarmi.
distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,è evidente come sia entrato in uno stato confusionario autoalimentantesi con il ripoporsi continuo di modelli di riferimento errati.Le erezioni spontanee,nel Suo caso,non hanno alcun valore diagnostico nè prognostico.Il razionalizzare una funzione spontanea ha favorito l'ansia da prestazione situazionale,legata alla programmazione del rapporto preceduto dalla assunzione del sildenafil,che,mi auguro,compri in farmacia....Da ciò deriva il calo del desiderio che inficia l'azione proerettile del sildenafil con le conseguenze ovvie.A questo punto,non resta che seguire i consigli dello specialista,approfondendo la diagnosi vascolare con un ecodoppler penieno ed i dosaggi ormonali, non sottovalutando l'opportunità di consultare anche uno psicosessuologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
egregio dottore la ringrazio per avermi risposto,ahime' ho spesso acquistato tali prodotti su internet.vorrei chiederle un ulteriore delucidazione che non ho avuto ancora modo di discutere con l'andrologo con cui sono in cura.Dopo aver avuto un rapporto,nel momento che vado ad urinare avverto bruciore e brividi lungo la schiena,nelle ore successive noto un indolenzimento ai testicoli,specie quando sono seduto.inoltre è un po' di tempo che sento un indebolimento alla gamba sinistra,non so se riesco a spiegarmi bene,la sento come fosse piu debole,non mi prenda per folle se le dico che tale fastidio sembra accentuarsi se vado a comprimere leggermente la zona sotto i testicoli.Lei stara' pensando che sono ipocondriaco,il fatto è che semplicemente vorrei risolvere questo mio problema nel migliore dei modi.La ringrazio anticipatamente per il suo interesse.
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...i farmaci comprati su internet,spesso,non sono testati dagli organi di controllo e,quindi,sono rischiosi per la salute.Il nesso tra la compressione testicolare e le algie all'arto inferiore non è postulabile...Ha mai sofferto di sciatalgie?Di coliche renali/renella?Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
gentile dott.Izzo la ringrazio nuovamente per l'interesse,su internet ho spesso acquistato Kamagra (sildenafil)comunque non ho mai sofferto di sciatalgie.Comunque continuo ad avvertire questo indolenzimento nella zona perianale in corrispondenza credo della prostata,con episodi di fitte e crampi localizzati in quella zona.