Utente 285XXX
Buongiorno, ho 36 anni e dall' età di 22 anni assumo antidepressivi; inizialmente per curare l' annoressia nervosa, poi come "supporto emotivo" per non ricaderci. Negli anni ho assunto in successione Serupin, Citalopram e da 6 mesi, Zoloft 50mg, dopo che gli attacchi di attacchi di panico aumentavano sempre di più. La situazione non migliora, ho associato la terapia farmacologica a quella psicoterapeutica, ma i risultati non sono soddisfacenti. Nella vita di tutti i giorni vivo un periodo non "brillante" e negli ultimi 3 mesi ho anche avuto 3 espisodi di febbre/influenza da stare a letto 1 settimana. Volevo semplicemente sapere se l' uso di Zoloft 50 mg al die, associato a 5-HTP 50mg è sconsigliato o meno. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

I farmaci funzionano a determinate dosi, mantenere 50 mg di zoloft in caso di non risposta non ha molto senso, perché questo farmaco ha dosi medie efficaci più alte. Neanche l'associazione con 5HTP, perché questa si fa come "potenziamento" di una cura parzialmente efficace e a dosi piene.
Degli altri farmaci non riporta le dosi, né quale psicoterapia (così in generale non significa niente).
In ogni caso forse l'errore è concettuale. Queste cure non sono un "supporto emotivo", ma una cura per un disturbo definito in termini diagnostici. Se c'è un disturbo di panico le cure funzionano a determinate dosi, e altrimenti ha senso associare altre cure (farmacologiche e non), mentre associare una psicoterapia a una cura farmacologica sottodosata può non aver senso.
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la Sua risposta. L' espressione "supporto emotivo" è stata la risposta del mio medico alle mie continue richieste di poter eliminare del tutto gli antidepressivi, dato che negli ultimi anni non ho più sofferto di anoressia. Gli attacchi di panico sono episodi recenti lgono agli ultimi 6 mesi. Pensavo di poter aggiungere 5HTP senza dover per forza rivolgermi ad uno specialista, ma a questo punto ritengo sia opportuno farlo, anche perchè mi preoccupano molto queste ricadute "influenzali" con febbre costante a 37-37,5 e forte astenia; saranno poi dei comuni mali di stagione o potrebbe essere un malessere psicosomatico che nasconde altro.
La ringrazio ancora, buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La cura la faccia gestire a uno specialista, non aggiunga prodotti senza informarne chi la segue comunque.