Utente 286XXX
Salve, pongo in primis il referto del ecocardio color doppler:
Normali dimensioni endocavitarie,cinesi segmentaria e funzioni sistolica globale del del ventricolo sx;
moderata ipertrofia concentrica ; normale rilascio diastolico
lieve ecstasia della radice aortica
atrio sx:dimensioni ai limiti superiori di norma.
normale anatomia delle valvole cardiache.
lieve insufficienza mitralica ed aortica,da fibrosi valvolare.
normali dimensioni endocavitarie e funzioni sistolica longitudinale del ventricolo dx;
insufficienza tricuspidale di grado lieve; PAPs nella norma.
Arteria polmonare non dilatata.
Valvola polmonare:lieve insufficienza; non stenosi
Non versamento pericardico
Non flussi patologici a livello dei setti interiatrale/interventricolare.
Vena cava inferiore non dilatata,collassabile in inspirazione.
CONCLUSIONE:
la visita è stata richiesta perchè lo specialista sentiva un
soffio sistolico 2/6 ubiquitario(PVM?) e il cardio sotto sforzo ha portato a 152 bpm, spirometria nella normalità.

moderata ipertrofia concentrica (SIV e PP:15mm).
Sopratutto con questo valore di ispessimento della parete cardiaca mi viene negata l'idoneita a praticare sport (nel mio caso nuoto) mi si chiede di fermami dai 3 ai 6 mesi per vedere eventuali regressioni.

Dati personali:
50 anni, non fumo da oltre 5 anni (fumavo poco) scarso consumo alcolico e caffè, praticato body building dai 23 ai 33 anni, ripreso regolarmente attività di nuoto da circa 6 anni, pressione 70/75 minima e sotto i 120 la massima, bpm a riposo tra i 44 e i 48, non rilevo nessun tipo di disturbo non faccio gare agonistiche (al max qualche manifestazione amatoriale)....PERCHE' MI VIENE NEGATA L'ATTIVITA' SPORTIVA???
Se mi rivolgo ad un altro centro medico sportivo le conclusioni sono le stesse? o mi è capitato uno specialista eccessivamente pignolo?
il suo consiglio (oltre che la negazione dell'idonità) è quello di fermarmi dai 3 ai 6 mesi, fare un ulteriore RMN (cardiopatia ipertrofica?).
posso fornire i valori dell'ecocardiodoppler, se richiesti.

personalmente fermarmi credo che mi porti più disturbi che benefici.
ringrazio anticipatamente quasiasi luminare che mi dissipi i dubbi.
Franco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se fà sport da tempo sicuramente ha già fatto ecocardiogramma in precedenza e se l'ipertrofia in questione non era presente in passato questo è già sufficiente per escludere una cardiopatia ipertrofica primitiva. In questo caso l'ipertrofia può essere secondaria a valori pressori non ottimali ( a 51 anni può accadere ) e quindi le consiglierei di eseguire un Holter pressorio delle 24 h per valutare quest'ultimo aspetto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la celere risposta,
ho fatto normali elettrocardiogrammi in passato e anche quello dell'anno precedente(sotto sforzo e a riposo) non ha dato nessun tipo di problema, questo esame ecocardio color doppler è la prima volta che lo eseguo e che mi ha visualizzato uno spessore di 15mm del ventricolo sx,
non sono in grado di sapere se negli anni precedenti lo spessore era lo stesso, leggendo le varie argomentazioni su internet vedo che sembrerebbe normale per chi pratica sport da tempo aver una dilatazione maggiore del cuore e in particolare del ventricolo sx, il mio problema, oltre alla non idoneità sportiva, è sapere a cosa vado incontro se effettivamente questa è un anomalia e non quello che viene definito generalmente " cuore d'atleta".
Con l'esame da Lei consigliato del Holter pressorio, ho un quadro completo della situazione?
I dubbi adesso sono che la specialista che mi ha eseguito un accurato ecocardio doppler mi dice che non ho nulla di preoccupante e lo specialista del centro medico sportivo dice che i parametri non sono idonei con l'attività sportiva.
A questo punto mi chiedo...a chi devo credere e come ne esco da questa situazione?
Da qualche parte inoltre ho letto che con valori inferiori a 16mm e il quadro normale della persona, si possono continuare le attività fisiche...può essere vero?
ps- oggi chiederò al medico se possibile eseguire una RMN o l'Holter da Lei consigliato.
Sperando in un ulteriore consiglio La ringrazio comunque per la cortesia.
Franco
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi....diciamo che 15 mm non rappresentano una grande ipertrofia, ma non sono spessori perfettamente normali....Se vuole la mia personale opinione e solo basato su sensazioni ed esperienza,non credo che lei abbia una cardiomiopatia ipertrofica (probabilmente è questo che pensano lei abbia al centro sportivo). Credo più che possa trattarsi di una forma secondaria a elevati valori pressori, che però vanno dimostrati. E' per questo che le ho consigliato l'Holter (pressorio, non cardiaco). Se la pressione dovesse risultare alta allora tutto è più semplice e dovrà seguire una terapia antipertensiva. per l'idoneità sportiva, se dilettantistica, in quest'ultimo caso credo non ci siano problemi a rilasciarla.
saluti