Utente 527XXX
Salve a tutti...mi chiamo Chiara...Mio padre,58 anni ha dovuto fare un intervento per sostituire la valvola aortica e la valvola mitralica...Gli hanno impiantato delle valvole meccaniche...Vorrei fare alcune domande...
Inanzitutto lui purtroppo ha un'azienda ed è solo...e svolge un lavoro notturno.....Ora è in un centro per la riabilitazione...ritenete opportuno ke torni a lavorare finita la riabilitazione???....
e poi un'altra domanda....Le valvole artificiali sono soggette a usura??Gli hanno detto ke si forma com un "panno" sulla valvola....e vorrei sapere se nei prossimi anni potrebbe essere necessario effettuare un'altro intervento (per lui straziante visto ke ne ha fatti 2 uno per la sostituzione della valvola mitralica un anno fa; uno per sostituire la valvola aortica 2 settimane fa), per "ripulire" le valvole artificiali??? Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte.....cordiali saluti..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,la caratteristica fondamentale delle valvole meccaniche è proprio che inquanto meccaniche non sono soggette ad usura,almeno non nel tempo cosi limitato della vita di una persona!!quindi teoricamente l'impianto di valvole meccaniche offre il vantaggio di non essere mai più rioperati;questo purtroppo non accade sempre,capita(peraltro in casi fortunatamente molto limitati)che sulla valvola cardiaca si formino dei coauguli o dei blocchi che ne impediscano il corretto funzionamento e quindi si sia costretti a ricambiarla;spesso questo è dovuto al fatto che non viene praticata con correttezza la terapia anticoaugulante che è prescritta nei casi di valvole artificiali che deve essere tassativa e scrupolosa per ridurre al minimo queste rare ma possibili complicanze.Per quel che riguarda la ripresa della vita...beh...se l'intervento non restituisse la possibilità di condurre una vita nuovamente normale non ne varrebbe nemmeno la pena di farlo non crede?!quindi con moderazione ed equilibrio si può tornare a svolgere qualunque attività sport compreso(e consigliato) rispettando quelli che son i segnali naturali e fisiologici di stanchezza del nostro fisico che ci dicono di fermarci e riposare.
Distini saluti