Utente 291XXX
Buongiorno, premetto che questa settimana ho avuto l'influenza con febbre alta per un giorno e mezzo e un forte raffreddore ed il mio medico al telefono mi ha prescritto l'Augmentin.
Dopo tre compresse del suddetto antibiotico, a causa dei notevoli fastidi causati (diarrea,nausea, tremori alle gambe, bruciori a stomaco e intenstino), mi vedo costretto ad interrompere l'antibiotico, previo contatto telefonico col medico curante.
Decide di venirmi a visitare e mi manda a fare una lastra perchè sospetta ci sia qualcosa su un polmone...eseguo la radiografia che da esito negativo torno dal mio medico e mi viene prescritto il Tavanic.
Chiedo il motivo del nuovo antibiotico visto che non ho focolai ma solo un raffreddore da smaltire e mi viene detto di "prenderlo che non si sa mai"
Inizio il nuovo farmaco ma dopo poche ore iniziano dei gran dolori a entrambi i tendini d'achille con bruciore, fitte e difficoltà a camminare!
Rimango a letto e il giorno successivo dopo pranzo prendo la seconda compressa di Tavanic...dopo qualche ora oltre al fastidio ai piedi inizia anche nelle mani soprattutto ai pollici!
Nel foglio illustrativo si fa un chiaro riferimento ai disturbi ai tendini causati dai chinolonici così richiamo il medico preoccupato e d'accordo con lui sospendo anche questo.
Vengo al dunque: spero che la tendinite regredisca da sola, ma il fatto di aver iniziato due antibiotici e non averli portati a termine mi può provocare delle resistenze batteriche?
Grazie dell'attenzione e buon lavoro
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
l'uso di antibiotici in modo non razionale andrebbe escluso, in particolare l'uso di antibiotci se non ci sono infezioni batteriche per il rischio di eventuali resistenze
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore della gentile risposta,
concordo con lei sul discorso dell'uso razionale degli antibiotici, però purtroppo non tutti i medici evidentemente la pensano allo stesso modo!
Tornando un attimo al mio caso specifico, secondo lei, l'aver preso l'antibiotico per quattro giorni, anche se diversi tra loro(Augmentin e Tavanic), non lo si potrebbe comunque considerare un ciclo concluso?
Ero sfebbrato da almeno tre giorni al momento della sospensione.
Purtroppo gli effetti collaterali hanno avuto il sopravvento...

Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
interromper l'antibiotico tre giorni dopo lo sfebbramento va benissimo