Utente 275XXX
Salve dottori,
volevo chiedervi un consulto su un evento che mi è accaduto. Ho 27 anni. Sono stato ricoverato a settembre per una ipotetica ipertensione, che poi a novembre (causa attacco di panico) si è scoperto essere legata ad uno stato di stress. Infatti dopo poche gocce di lexotan la pressione, se alta, si abbassa notevolmente. Ultimamente però mi sentivo alquanto agitato e ieri, mentre ero seduto a mangiare, ho sentito una stretta al centro del petto. E' durata forse 2 secondi (forse anche uno soltanto) molto forte che mi ha portato tachicardia, tremori, sudorazione e forte paura. Ho quindi preso 4 gocce di lexotan e tutto poco dopo è passato. Ora ciò che mi chiedo è se questo possa avere a che fare con il cuore. Ho fatto tutte le analisi negli ultimi mesi, tra cui ecocardiogramma completo con doppler, due elettrocardiogrammi a riposo e uno durante l'attacco in cui avevo raggiunto 160 pulsazioni e pressione 160 100. I dottori mi liquidano dicendo che sia solo ansia ed è quella che devo curare, anche perché nonostante questi attacchi di panico siano rari, l'ansia mi prende spesso. Ma ieri quando ho avuto questa stretta ero stranamente tranquillissimo, anche se nei giorni scorsi avevo accumulato un po' di ansia, che però ieri sembrava svanita. Non so perché ma ho paura di avere problemi al cuore, nonostante la pressione la mattina al riposo risulta essere 115 70 (si alza a 140 95 solo in forte stato d'ansia), pulsazioni sempre intorno ai 60, colesterolo totale basso, rapporto LDL/HDL ottimale, trigliceridi leggermente bassi, glicemia nella norma e nessun parente con problemi cardiaci (nonni ultraottatenni quasi in perfetta salute). Spero che possiate darmi un suggerimento. Grazie mille in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è per "liquidarla" anch'io, ma perchè effettivamente l'ansia gioca brutti scherzi, tantopiù in chi soffre di crisi di panico....I sintomi che riferisce hanno poca probabilità (se non nulla) che possano dipendere dal cuore....Ho qualche perplessità nelle modalità intraprese di terapia della sua ansia, con un tranquillante al bisogno...forse sarebbe meglio affidarsi ad uno specialista del settore, magari iniziando con un supporto psicologico e poi, se necessario, con quello farmacologico (che però solo uno psichiatra può prescrivere).
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore,
è stato molto più cordiale di altri dottori che hanno considerato la mia ansia come fosse un gioco, mentre io ci sto veramente male. Seguirò il suo consiglio.
Grazie mille