Utente 181XXX
Gentili dottori, postai già un intervento simile qualche mese fa, ma alla luce di nuovi avvenimenti mi scuserete se mi ripeterò. Circa un paio di anni fa per curare una prostatite due urologi diversi mi diedero il permixon. Ora il mi attuale adrologo mi ha detto che in realtà non dovevo assumere questo farmaco perchè non era indicato nella mia situazione e, comunque, non si dà a ragazzi giovani. Ad ogni modo assunsi questo Permixon per circa 8 mesi ininterrottamente. Durante l'assunzione del farmaco stetti abbastanza male, ebbi senso di malessere, completo crollo della libido (e dell'erezione), e sviluppai, seppur in forma molto lieve e per pochi giorni, un ingrossamento della ghiandola mammaria sinistra. Una volta sospeso il farmaco questi sintomi scomparvero. Naturalmente informai di questo il mio andrologo (non della durata del trattamento però) il quale mi disse che era "normale" in quanto il permixon inibisce il testosterone, e questi erano possibili effetti collaterali comunque completamente reversibili e senza alcuno strascico alla sospensione del farmaco. Venendo ai giorni nostri ho notato di avere... della cellulite sul gluteo sinistro! Ora è vero che io ho sempre avuto la tendenza a ingrassare sui glutei e sulle cosce e che ultimamente causa studio sto facendo poca attività aerobica però mi sono leggermente allarmato in quanto so la cellulite in uomo essere collegata col testosterone. Insomma, al di là del discorso della cellulite che ora vedrò di approfondire per mio conto, quello che vorrei chiedervi è: può il Permixon, assunto per un periodo di tempo così lungo (8 mesi) lasciare strascichi anche dopo la sua sospensione? Può aver arrecato qualche danno? Oppure posso stare tranquillo che, anche avendo assunto un antiandrogenico per 8 mesi, ora sono assolutamente come prima? Grazie se mi vorrete rispondere...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

per sua tranquillità sarebbe necessario eseguire dei dosaggi ormonali come LH, FSH, Estradiolo, PRL, Testosterone totale oltr eagli esami ematici per una valutazione complessiva del suo metabolismo e quindi aggiornarci successivamente.

un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Dottore, innanzitutto grazie per la pronta risposta. Eseguirò senza dubbio appena possibile gli esami da lei citati, se non altro come ha detto lei per togliermi il dubbio. Vorrei però se possibile avere una risposta in merito al Permixon e ai suoi possibille effetti collaterali. Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
vista la sua storia clinica vedo che ha già avuto in merito alcune risposte inoltre lei stesso ha ammesso di essersi documentato su internet, personalmente sono abituato a basarmi su dati oggettivi e quindi nel suo caso le ho già detto come procedere.

Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
E' vero dottore, mi sono già documentato. Ma è proprio per via delle informazioni parecchio discordanti (da quelle tranquillizzanti alle più allarmistiche) che chiedevo l'ennesimo parere. Comunque ha ragione, seguirò la sua esortazione e taglierò la testa al toro facendo queste analisi.

Cordiali saluti anche a lei.