Utente 523XXX
Salve,
ho 33 anni, peso 67 Kg, altezza 174cm. Lavoro sedentario e soffro talvolta di lombalgia.
Premetto anche che in passato ho sofferto di disturbi d'ansia (e ultimamente un po' di "stress").

Quattro mesi fa ho avuto per circa 3 gg. alcuni brevissimi episodi di cardiopalmo (sempre a riposo).
Mi sono recato in P.S. quando hanno cominciato ad essere accompagnati da lieve dolore para-sternale e sensazione di peso.
Analisi del sangue, pressione arteriosa, RX torace ed ECG sono risultati normali. Dolore non stenocardico secondo la diagnosi di uscita.

Adesso, da qualche giorno, si sta ripresentando il dolore toracico. Sempre di lieve entita' (alcune volte solo un "fastidio") e breve durata, piu' spesso a sinistra, ma a volte anche a destra oppure alla schiena. Sembra piu' fastidioso da sdraito.

Cosa mi consigliate?
Grazie per la disponibilita'.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile Signore, mi permetto di risponderle vedendo il suo consulto inevaso, nell'attesa che qualche collega specialista possa risponderle adeguatamente; spero di farle cose gradita.

Con tutti i limiti di un consulto via internet, vorrei suggerirle di stare attento alla postura (dolori lombari, vita sedentaria, dolori alla schiena) perchè posizioni anomale della colonna possono provocare dolori nel territorio innervato, simulando problemi agli organi che lì si trovano. Ad esempio una curva cifotica dorsale alta può andare a simulare problemi tanto al cuore quanto allo stomaco-colecisti ecc. Poi bisognerebbe sapere se con lo stomaco lei ha problemi perchè anche un riflusso acido (magari un'ernia jatale sottostante) potrebbe avere il biglietto da visita che lei cita. Da escludere uso/abuso di alcolici, sigarette.
Naturalmente, solo una visita generale, preceduta da unaccurata anamnesi, potranno indicarle con certezza il percorso diagnostico e terapeutico da seguire.

Infine..ma non in ordine di importanza, tenga presente che anche gli attacchi di panico possono avere, spesso e subdolamente, lo stesso esordio, specialmente in periodi di stress, decisioni e cambiamenti importanti nella propria vita.

La saluto cordialmente
Agnesina Pozzi