Utente 293XXX
Salve,
Scusate per il disturbo, vorrei avere delucidazioni riguardo un quesito che mi affligge.
L'anno scorso dopo un E.C.G a riposo ho scoperto di avere un blocco A.V di 1°Grado, detto anche "Cuore dell'Atleta", durante l'esame il medico si era lamentato dei miei battiti lentissimi, a detta sua da "anziano 70enne"non da giovane ragazzo nel fiore dell'età, così mi ha sottoposto alla prova sotto sforzo, per arrivare diagnosticarmi questa malformazione, che per quanto non sia nemmeno considerata un caso clinico al 1° stadio, comporta decurtazione del punteggio, in quanto considerata una malformazione...Ora dopo questa piccola parentesi, vorrei chiedere a voi esperti uomini di medicina, se sia possibile, durante l' E.C.G a riposo, controllare il respiro e non far notare la lentezza dei battiti!! Lo chiedo per curiosità e perchè visto che in alcuni casi non è stato riscontrato volevo saperne di più!!

Grazie per l'attenzione!!
Cordiali Saluti!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Credo che ci sia una interpretazione scorretta dei dati che lei riporta. Se lei è uno sportivo e presenta battiti lenti e un BAV di 1° è perfettamente normale ed è legato ad una dominanza del tono vagale che è tipica degli atleti. Per questo assolutamente non possono e non devono essere considerati reperti patologici. Ora non sò di che punteggio lei parla, ma non può essere modificato semplicemente perchè lei ha una bradicardia sinusale con BAV di 1°.
Cordialità