Utente 295XXX
Salve!!
Durante un'incontro di lotta mi sono fatto male all'anulare sinistro. all'inizio mi ha fatto molto male. è diventato rosso, poi viola e poi nero.. non sono andato a farmi vedere perchè ero convinto che fosse una stupidata e che sarebbe passato da solo, quindi ho continuato la mia vita normale (lavoro come cuoco, palestra e boxe) dopo 3 settimane dall'incidente il dito mi faceva leggermente male e non riuscivo a metterlo completamente dritto. così sono andato all'ospedale "multimedica" a fare la lastra, risultato:
-tumefazione ed ecchimosi in corrispondenza dell IFD 4° dito
-deficit di flesso-estensione
-algie in sede di lesione
Frattura con piccolo distacco di frammento dal osseo dorsale alla base della falange prossimale del quarto dito.
e mi hanno steccato il dito e mi hanno detto che dovevo assolutamente operarmi, e si deve intervenire chirurgicamente inserendo un filo di ferro.
ora, premesso che io sono destro e il dito in questione è l'anulare sinistro e che tra un mese mi devo trasferire in australia. cosa mi consigliate di fare?
i dottori sono stati molto drastici sulla questione. secondo me hanno esagerato. io sto continuando a lavorare con la stecca.. ho pochissimo tempo e non so cosa fare!!!
Perfavore aiutatemi!!!!
Vi ringrazio anticipamente!!!
Rispondetemi!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

difficile darle un parere se operare o meno, dato che tale decisione si basa sulla valutazione clinica e su piccoli dettagli, cose entrambe impossibili da ottenere a distanza.

Il consiglio che posso darle è quello di consultare una "seconda campana", facendosi vedere da un autorevole chirurgo della mano (a Milano ha l'imbarazzo della scelta).

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Salve! la ringrazio per la risposta!
ma per quello che ho al dito secondo lei è necessaria l'operazione?
ho letto molte domande su questo sito dove i dottori rispondevano che l'operazione non era necessaria per il trauma che avevano...
quanto è grave il mio problema?
nel caso non mi operassi che cosa mi succederebbe?
in fondo è solo una piccola frattura della falange dell'anulare "sinistro"..
grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le ho già detto prima che per sapere se operare o meno bisogna conoscere dettagli a noi ignoti.

Solo una valutazione diretta da parte dello specialista, potrà darle una risposta.

Le risposte che lei ha letto probabilmente si riferivano a situazioni più chiare e definite (in caso contrario il medico sbaglia a dare via internet l'indicazione o meno su un intervento).

[#4] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Ok, una cosa non ho capito, perchè agli altri date piu istruzioni e risposte molto chiare e a volte definitive e a me praticamente niente??

quali dettagli vi devo dare di più?
ho riportato ogni singola lettera riportata sul foglio che mi ha lasciato il dottore che mi ha visitato la mano.. cosa le devo dire in più!?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Perchè il suo è un caso differente da altri.

Io, poi, rispondo per i miei consulti, non per quelli di altri: in casi analoghi, avrei risposto la stessa cosa.

Ma chiedo scusa: come può pensare che io le dica via internet se operare o meno senza avere alcun dettaglio circa il frammento osseo, le sue dimensioni, la sua posizione, l'eventuale lassità articolare, ecc.

Ma siamo matti ?