Utente 564XXX
Gent.mi medici,
da qualche tempo, anche grazie alle indicazioni reperite in questo sito, ho preso coscienza di essere ‘affetto’ da recurvatum congenito ventrale. Ultimamente poi sto valutando la eventualità di sottopormi ad intervento di correzione di questo difetto e perciò vi sarei grato se voleste cortesemente fornire alcune indicazioni orientative circa le modalità e la durata dell’intervento; la durata del ricovero e del decorso post-operatorio.
Vi ringrazio fin d’ora per l’attenzione che vorrete prestare a questa mia richiesta e rinnovo i complimenti per l’eccellente ed encomiabile servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile lettore,
premesso che le indicazioni qui fornite sono generali e che quelle specifiche gliele può fornire solo il suo chirurgo, in generale nei casi come i suoi si fa un intervento di liberazione dei corpi cavernosi da briglie fibrose che impediscono ai corpi cavernosi di espandersi completamente in erezione, questo comporta un recupero totale o più comunemente parziale dell'incurvamento, in questo secondo caso si associa un piccolo accorciamento dei corpi cavernosi dal lato dorsale (lato superiore) in modo da ottenere un raddrizzamento completo, in genere non è possibile fare altro perchè sarebbe necessario fare un allungamento dell'uretra intervento gravato nel lungo temine da numerose complicanze e che pertanto generalmente non si fa.
Il ricovero dura 12-48 ore, i tempi di recupero sono di qualche settimana. L'intervento in mani esperte non è gravato da particolari complicanze.

Spero di essere stato di aiuto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 564XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dottor Maio,
La ringrazio per la sua rapida risposta. Nonostante le scarse indicazioni da me fornite, la sua risposta mi chiarisce non poco i molti dubbi che avevo circa l'intervento.
Approffitto dell'occasione per porre a Lei e ai suoi colleghi alcune ulteriori domande: l'intervento viene normalmente praticato nelle strutture pubbliche? Da dove vengono le 'briglie fibrose' che causano il recurvatum?
La ringrazio ancora per la sollecita risposta e le auguro una buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

le curvature congenite dell'asta possono richiedere una correzione chirurgica se creano problemi "estetici" o di penetrazione sessuale.
Qualche informazione maggiore potrà trovarla su www.andrologia.lazio.it
In Sardegna sicuramente potrà trovare validi specialisti sia a Cagliari che a Sassari ( Urologia dell'Università)
In genere, nei casi di curvature congenite, non si deve agire su "briglie fibrose" ma solo sui corpi cavernosi mediante una semplice "corporoplastica
Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 564XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dottor Pozza,
la ringrazio per le preziose informazioni da Lei fornitemi nella sua risposta. Ho trovato molto utile anche l'indicazione del sito che mi ha permesso di chiarirmi ulteriormente le idee circa il mio problema.
Noi utenti non ringrazieremo mai abbastanza Lei, i suoi colleghi e tutto lo Staff di Medicitalia per il prezioso servizio che fornite.
Nell'augurarle una buona giornata mi è gradito porgerle i miei
distinti saluti.
[#5] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile lettore,
com avrà notato abbiamo una idea leggermente diversa con il Dott. Pozza, che peraltro apprezzo molto, riguardo le corde aderenziali fibrose dell'uretra la cui liberazione a mio avviso spesso aiuta nel correggere l'incurvamento.
Queste diversità di vedute non devono creare confusione in chi le riceve, sono presenti anche nelle scienze cosiddette esatte come la matematica, figuriamoci nella chirurgia, sono l'espressione della ricerca di strade sempre nuove e quindi sono alla base del progresso della conoscenza.
Ci tenga informati se lo ritiene.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 564XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dottor Maio,
sono per studi, cultura ed esperienze personali molto aperto alle diverse opinioni, le quali credo siano più che legittime e fondate anche in un campo scientifico quale quello medico.
La ringrazio per la sua premura e scrupolosità dimostrate nei miei riguardi, segno della professionalità e umanità con le quali voi medici vi rapportate a noi utenti.
Sono rimasto un po' colpito dalle immagini che si riferiscono all'intervento che dovrei affrontare.
Vorrei porvi un altro quesito (approfittando della vostra cortesia): esiste una età limite, entro la quale la correzione del recurvatum è sconsigliata?
Vi ringrazio ancora per il vostro prezioso servizio.
cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la correzione di un incurvamento dell'asta dovrebbe essere effettuata quando la curvatura crea problemi di penetrazione sessuale o di equilibrio "estetico".
non ci sono limiti per intervenire.
Nella mia esperienza mai prima del completamento della pubertà
cari saluti
[#8] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Sono totalmente d'accordo con il Dott. Pozza riguardo ai quesiti da lei posti.
Un breve commento sulle immagini: le immagini chirurgiche sono molto crude per non addetti ai lavori, ma non si impressioni; si affidi piuttosto ad un chirurgo di sua piena fiducia se neecessita di intervento, si tratta di procedure che richiedono molta esperienza e molta cura.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 564XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mi Dott.ri Pozza e Maio,
vi ringrazio per la vostra sollecita risposta.
La curiosità circa l'età limite entro la quale poter correggere chirurgicamente il recurvatum era dettata dalla mia non più verdissima età.
Nel ringraziarvi nuovamente per l'attenzione da voi riservata ai miei quesiti, colgo l'occasione per augurarvi una buona fine settimana.