Utente 241XXX
Carissimi, sapete bene che i figli non lasciano nulla di intentato per salvare i genitori, anche se si tratta di situazioni disperate. Quella di mio padre è forse una di quelle. Gli è stata riscontrata una massa tumorale abbastanza estesa a livello del pancreas e agli organi vicini (pare, però, che l'interno dello stomaco e dell'intestino sono liberi). Mio padre ha 82 anni e purtroppo è cardiopatico, in passato ha avuto due infarti anche se non gravissimi, con conseguenti 3 angioplastiche. E' proprio questo fattore, oltre forse alla grandezza della massa, a scoraggiare i medici. Loro dicono che il cuore di mio padre difficilmente potrebbe resistere ad un eventuale intervento chirurgico. Altro particolare: evidentemente la massa ha sanguinato poiché l'emoglobina è scesa molto e hanno sospeso la cardioaspirina. L'ultimo emocromo segnala un rialzo dei valori 12.1 rispetto al 8.8 registrato qualche giorno fa. Voglio chiedervi se esiste una terapia alternativa all'intervento chirurgico, qualcosa che potesse in qualche modo rallentare la crescita della massa o rimpicciolirla (farmaci, altri mezzi ecc). Datemi inoltre tutti i consigli che ritenete necessari. Vi prego di rispondermi al più presto. Con affetto, distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ne ha già parlato con un oncologo ? Potrebbe trascriverci il referto della TAC ?

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Gent,mo dott Cosentino, abbiamo fatto la richiesta per avere copia della cartella clinica e delle immagini. Appena l'avremo le trascriverò il referto. Con l'oncologo abbiamo appuntamento mercoledì. Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo sia realmente importante la valutazione oncologica ai fini di un possibile trattamento.

Mi aggiorni.


Cordialmente

[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,probabilmente la cardiopatia di suo padre potrebbe controindicare anche un'eventuale chemioterapia ma comunque è doveroso il consulto oncologico.Sarebbe utile sapere la sede e dimensione della massa e se comprime la via biliare o lo stomaco per ipotizzare una endoscopia o chirurgia palliativa di necessità (ittero ,impossibilità ad alimentarsi,etc).
Saluti