Utente 161XXX
Buonasera,
Vi scrivo per chiederti un parere circa un sintomo accusato stamani durante il lavoro.
Sono un'insegnante di scuola dell'infanzia; stamattina stavo "ballando" con i miei alunni quando ad un tratto ho avvertito una fortissima fitta intercostale precisamente sotto il seno sinistro ( i dolori intercostali che ho li avverto sempre in questo punto).
Avendo spesso queste fitte ho reagito come tutte le altre volte: mi sono fermata e cercando di rilassarmi ho provato a fare un respiro profondo, questo però ha aggravato il dolore che è diventato molto intenso. Ho cominciato, quindi, a respirare cercando di prendere pochissima aria per evitare di avvertire nuovamente la fitta intensa fino a quando inconsapevolmente ho fatto un respiro profondissimo per riprendere ossigeno e ho sentito una sorta di "rottura", come una bolla interna che è scoppiata sotto il seno e che mi ha fatto sparire il dolore. Non so spiegare di preciso cosa è stato ma non mi era mai capitato, è stato molto doloroso e mettendo la mano sotto il seno sentivo "esplodere il cuore ad un ritmo esageratamente accelerato". Il tutto è avvenuto in circa 2 minuti, troppi rispetto alle altre volte. Inoltre ho avuto una seconda fitta questo pomeriggio ma mi sono guardata bene dal rifare il lungo respiro e dopo un po' è andato via il dolore.
Grazie per l'attenzione prestatami. Spero possiate darmi un consiglio riguardo eventuali esami a cui potrei sottopormi.

Nb. Ci tengo a precisare che non ero assolutamente sotto sforzo né stamattina né questo pomeriggio.
Grazie ancora

Cordiali saluti
Chiara

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la sua sintomatologia è del tutto atipica per un eventuale interessamento cardiaco, semmai il tipo di dolore sembrerebbe di mera natura osteomuscolare. Per sicurezza potrebbe effettuare un ecocardiogramma, ma sarebbe bene che ne parlasse prima al suo curante sulla effettiva necessità dello stesso.
Saluti