Utente 303XXX
Gentili dottori,
in data odierna mi sono recato all'IDI di Roma per un consulto dermatologico riguardante una protuberanza di circa 1 cm di diametro sul dorso del mio polso sinistro. Il dermatologo, dopo una breve ispezione visiva e tattile, mi ha diagnosticato la presenza di una "cisti/ernia legamentosa al dorso del polso". Dopo avermi sconsigliato l'asportazione chirurgica per via delle frequenti recidive, egli, con mio grande stupore, mi consigliava il seguente trattamento di "automedicazione":
1) prendere una moneta da due euro
2) apporre la moneta sulla cisti e premere con decisione
3) dopo aver appoggiato l'avambraccio su un piano colpire la moneta con un martello
4) mantenere la pressione sulla moneta
5) fasciare il polso con garza per 4/5 giorni.

A questo punto, sarei grato se qualcuno di voi mi confermasse l'efficacia di questo "singolare" trattamento suggeritomi dal vostro collega.
Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

effettivamente è un trattamento "bizzarro", che in ogni caso non previene affatto le recidive, anzi.

L'intervento, se fatto bene, ha un basso indice di recidività.

In ogni caso, non è indispensabile se l'ernia articolare (ganglio artrogeno) non dà fastidio o non è molto voluminosa.

Buona notte.