Utente 673XXX
Il mio compagno, 35 anni, da 3 anni ha un defibrillatore inserito a livello cuore come soluzione ad aritmie ed extrasistole cardiache. Da subito dopo l'intervento spesso non controlla l'erezione eiaculando precocemente e non riuscendo quindi ad avere rapporti sessuali normali. Prima dell'intervento non si sono mai presentati problemi simili, pertanto chiedo: è una conseguenza data dal defibrillatore e dallo scompenso cardiaco oppure la causa è di natura psicologica?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,il meccanismo erettile é sostenuto dall'afflusso di sangue che dipende dalla gittata cardiaca...Va da sé che,come conferma la contemporaneità dell'inizio della sintomatologia, la cardiopatia abbia innescato il problema sessuale con successivo impegno psicologico e comportamentale.E' possibile,inoltre,che il Suo compagno,assuma anche dei medicinali (beta bloccanti) che,a loro volta,possono influenzare negativamente la resa sessuale.
Il problema,comunque,viene risolto con l'ottenimento di un ottimale equilibrio tra la pompa cardiaca e quella erettile.Ne parli con il cardiologo di riferimento.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 673XXX

Iscritto dal 2008
Lei che soluzioni propone per un equilibrio cardio-erettile?
[#3] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Cara Signora,
l'ejaculazione precoce è una situazione che ha molte cause: per esempio può essere il primo sintomo di una difficoltà erettile per cui l'uomo è portato inconsciamente a chiudere prima il rapporto o è il frutto di fatti puramente psicologici: non vorrei fare psicologia spicciola, ma la difficoltà nel suo caso può derivare dalla paura inconscia che un rapporto prolungato possa dare problemi cardiaci.
Io ho forti dubbi che il semplice impianto del defibrillatore possa avere indotto meccanicamente una ejaculazione precoce.
Ne parli comunque con il suo cardiologo come consigliato dal Collega Izzo e successivamente si rivolga ad un andrologo per capire cosa c'è che non va dal punto di vista sessuale.

Ci tenga informati se lo ritiene
Cordiali saluti