Utente 305XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di vent'anni e sono stato più volte soggetto a problemi di tipo polmonare. Premetto che ho iniziato a fumare 6 anni fa (circa 15 sig/die). 4 anni fa ho avuto un pnx spontaneo parziale al polmone sinistro, risoltosi senza interventi o drenaggi. Alcuni mesi dopo ne ho avuto un altro, sempre sullo stesso polmone e si è optato per un'asportazione dell'apice dello stesso (niente drenaggio). Da quel giorno tutto bene fino a circa 8 mesi fa, quando ho avuto un altro pnx al polmone destro. Sono stato operato il giorno successivo in vts con pleurodesi. Il tutto si è risolto in pochi giorni e sono tornato a casa. Ho smesso di fumare sigarette ma ho iniziato a fumare quotidianamente "altro". Ho avuto sporadicamente piccoli dolori della durata di secondi in vari punti localizzati, come dei piccoli bruciori ma mai dolori o fitte. L'unica cosa che ho notato è stato un forte senso di oppressione ai polmoni nelle giornate più fredde, il quale si accentuava di più dopo aver fumato cannabis. Da due mesi ho smesso di fumare cannabis ma dato l'alto stress quotidiano, fumo 3-4 sigarette al giorno. Da due settimane circa ho un forte senso di oppressione ai polmoni. A volte svanisce ma poi ritorna e persiste per ore prima di attenuarsi. Ho anche dei leggeri dolori ad entrambi i polmoni (localizzati precisamente al centro del polmone e/o nella parte vicino alle scapole sotto alla spalla ma sempre un dolore interno) come delle fitte che durano da minuti a massimo un'ora per poi ricomparire. Il senso di oppressione è spesso accompagnato ad una fame d'aria. Ci tengo a precisare che i dolori sono gli stessi sia al polmone sinistro che a quello destro benché quello sinistro non mi abbia mai dato problemi negli anni successivi all'operazione pur avendo continuato a fumare quasi un pacchetto al giorno. L'unica differenza è che a volte sento come il muscolo del petto tirare - solo per il polmone destro).
Sono molto preoccupato e oltre a ovvi consigli salutari, vorrei avere un parere sulla situazione nel complesso. Può essere stato un problema fumare nel periodo immediatamente successivo all'ultima operazione? Ho cercato molto su internet circa i sintomi ma ho trovato solo risultati relativi ad ansia o tumori... Ho effettuato degli esami del sangue molto approfonditi e sono tutti perfetti. Solo il Fe era leggermente alto. Mi sottoporrò ad esami specifici ai polmoni nel corso del prossimo mese.

RingraziandoVi anticipatamente per la disponibilità, porgo cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Paolo Macri'
28% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
sarebbe utile un periodo di astensione dal fumo di quanlunque tipo per verificare se i fastidi continuino,
in ogni caso se le manca il fiato esegua un controllo TC torace ad alta risoluzione per vedere se vi siano bolle enfisematose.
cordialità
pm
[#2] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#3] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera,

La ringrazio per la Sua cordiale risposta.

E' passato del tempo pertanto farò un breve riepilogo della situazione.

Ho effettuato un controllo TC torace ad alta risoluzione il quale ha evidenziato una bolla di ca. 12x3 cm nel polmone sx, non quello operato ovvero il dx. Da ca. 2 anni ho ripreso a fumare ca. 10-15 sig./die non manifestando grossi sintomi se non i seguenti. A volte ho un leggero senso di depressione toracica (meno intenso di quello descritto qualche anno fa nel precedente messaggio). Ho notato che il sintomo venga accentuato dalla temperatura esterna ovvero dal freddo. Capita a volte però di averlo più intenso per una durata di qualche ora. A volte sento delle fitte sia a livello polmonare sx che dx per una durata max di qualche minuto, sebbene ovviamente destino preoccupazioni varie.

Di certo smettere di fumare gioverebbe alla mia salute condizioni a parte, per vari ed ovvi motivi. Se possibile gradirei avere qualche risposta approfondita da un medio che abbia visionato una condizione simile o che abbia un'esperienza specifica in merito. Ho 22 anni e quattro la situazione fosse palesemente da cambiare, provvederò in merito e di certo vi sarò enormemente grato.

Vi ringrazio per il tempo dedicatomi, e non soltanto a me, leggendo per il forum a tutto il tempo che dedicate a molte persone. Stimo moltissimo questo genere di lavoro, il quale, sebbene non porti benefici economici, sicuramente porta grandi soddisfazioni a livello personale e di certo rende molte persone più consapevoli della propria vita. Avete tutto il mio rispetto. Complimenti.

Vi ringrazio per la collaborazione.

Cordiali saluti e buon lavoro.