Utente 277XXX
buongiorno, nel 2009 ho tolto chirurgicamente un angioma "entreno" (non riesco a leggere esattamente la diagnosi) sul dorso. Si trattava di una macchiolina viola liscia, leggermente sollevata, che mi dava dolore all'appoggio e rischiava di rompersi con la possibilità di un eventuale sanguinamento (cosa che fortunatamente non mi è successa). Ora è ricomparso nella stassa posizione. Sono preoccupata: E' meglio toglierlo prima che si ingrossi visto che incomincia a darmi fastidio? Ho sentito parlare anche di interventi con il laser: cosa è meglio dato che c'è già una piccola cicatrice (era circa un cm.)?
Ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Angelo Salvatore Ferrari
24% attività
4% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile paziente il consiglio è di sottoporsi a visita dermatologica per avere intanto una diagnosi di certezza della natura angiomatosa della neoformazione mediante anche eventuale dermatoscopia ed il dermatologo valuterà quindi se la lesione va trattata mediante laser o escissione chirurgica con esame istologico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luca Muscardin
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Sicuramente per una neoformazione che recidiva si deve assolutamente effettuare una biopsia cutanea con esame istologico. Tale metodica può essere effettuata in centri specializzati per la dermatologia, oltrechè uin ambito privatistico.
Dopo il risultato dell'esame istologico si decide il da farsi se bruciare con laser o altro o se asportare chirurgicamente.Saluti Dott. Luca Muscardin (Roma)
[#3] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
ringrazio per il pronto interesse e per gli utili consigli e porgo cordiali saluti