Angioma o voglia

Salve, sono un ragazzo di 27 anni, da quando sono nato ho avuto nel basso della schiena un angioma nero o come si dice in gergo "voglia di caffè", la grandezza è di circa 3x5 cm, siccome esteticamente a me non piace, volevo sapere se è il caso di rimuoverlo oppure se vi erano controindicazioni a farmi fare un tatuaggio sopra. Grazie.
[#1]
Prof. Francesco Bruno Dermatologo 43 11
Carissima,
se gli altri illustri colleghi dermatologi di Mediciitalia sono d'accordo con me, se la sua lesione è di colorito nero, non si può certamente parlare di angioma, che ha un caratteristico colorito rosso violaceo.
Non a caso in in inglese viene denominata "port wine stain" o "nevo flammeo", o angioma piano.
Quindi, data la sede, si potrebbe trattare o di una chiazza caffellatte o più verosimilmente un "epidermal naevus" (nevo melanocitico congenito).
In quest'ultimo caso occorre fare un esame per escludere la possibilità di avere una spina bifida. (E' un difetto congenito dovuto alla chiusura incompleta di una o più vertebre). Nulla di preoccupante ovviamente nell'adulto, ma Le consiglio di fare una visita da uno specialista dermatologo, eseguire un esame dermatocopico e fare presente di questa mia ipotesi al collega che la visiterà, perché un eventuale intervento chirurgico potrebbe essere assai delicato. Quindi, massima prudenza! A volte al nevo congenito si può associare una scoliosi. Ovviamente la prego di tenere conto che le mie sono solo ipotesi , basate solo sulla sua descrizione.
Sull'eventualità di fare un tatuaggio, mi sento di vietarglielo nel modo più assoluto. Mettere dei coloranti in una lesione pigmentata è assolutamente controindicato!
Ci scriva, e ci tenga aggiornati (noi dermatologi di mediciitalia), ma solo dopo avere fatto una visita specialistica dermatologica.

Un caro saluto

Prof. Francesco Bruno Dermatologo Milano
Fondatore ISPLAD
Responsabile Nazionale Dipartimento Acne

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa