Utente 299XXX
Salve, sono un ragazzo di 17 anni e dopo un improvviso attacco di acne mi sono rimaste delle cicatrici rossastre caratterizzate da pelle un po' irregolare ormai da sei mesi, mentre ora l'acne in fase attiva si è spenta completamente. Il trattamento che sto facendo prevede antibiotico, tretinoina same tutte le sere e poche settimane fa ho fatto una seduta di soft peeling e una settimana dopo il primo trattamento con il laser palomar lux1540. Volevo sapere se per il mio tipo di cicatrici sono più efficaci le sedute con il laser palomar 1540 o i laser ablativi come il CO2 frazionato o diverse sedute di peeling. Inoltre, dato che i trattamenti hanno il fine di stimolare la produzione di collagene, volevo sapere cosa può essere fatto per poter stimolarne maggiormente la produzione: per esempio se l'alimentazione può influire, o integratori di vitamine e amminoacidi , creme contenenti vitamina C o comunque sostanze nutritive, oppure ancora creme contenenti collagene. Insomma, vorrei sapere quale trattamento coadiuvante potrei affiancare alla tretinoina e il laser per poter ottenere risultati il più velocemente possibile, dato che il mio problema maggiore è il colore rosso rimasto, più che la cicatrice in sè.
Ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Prof. Francesco Bruno

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
ll trattamento che sta facendo dallo specialista che la sta seguendo ( Laser Palomar e peeling combinati), è certamente il più efficace.
Per la regressione delle macchie deve solo avere pazienza.
Le posso solo suggerire di diradare i peeling nella stagione estiva e soprattutto applicare delle creme ad alto fattore di protezione.
Comunque il collega che la sta curando, lo sta facendo in modo impeccabile.
Un caro abbraccio
Prof. Francesco Bruno Dermatologo Milano
Fondatore ISPLAD
Responsabile Nazionale Dipartimento Acne