Utente 125XXX
salve,
vorrei chiedervi un opinione in merito alla mia situazione: con la mia ragazza ho spesso problemi ad arrivare all'orgasmo e quindi all'eiaculazione tramite il solo rapporto vaginale, la cosa che non capisco è che se ho rapporti sessuali con altre ragazze questo non mi succede e tutto funziona bene, con la mia ragazza questo avviene solo raramente e comunque dopo parecchia fatica, e non riesco a spiegarmelo visto che mi piace, la amo e sono comunque molto eccitato quando sto con lei (e ogni tanto molto raramente riesco ad eiaculare),
non ho assolutamente nessun problema di erezione, non vorrei che lei si accorgesse di questa cosa (paragonandola ai rapporti con i suoi precedenti partner) e di conseguenza vorrei risolverla.. nessun problema invece per quanto riguarda la stimolazione manuale autonoma o rapporti con altre...
grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dalla sua descrizione sembrerebbe trattarsi di una problematica psicologica e non certo organica visto che con altre partner e anche con diverse abitudini sex tutto rientra nella normalità, si confronti con un esperto psicosessuologo e se poi avesse ancora bisogno ci può comunque contattare.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
l'anorgasmia maschile o eiaculazione ritardata ha una notevole componente psicogena, oltre che relazionale.

Quando il piacere tarda ad arrivare o si manifesta in alcune relazioni e non in altre, dovrebbe essere sempre accuratamente diagnosticato.
Dire che le cause sono psicologiche, non significa dire che lei non abbia nulla.

legga quest'articolo, troverà le risposte che cerca

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1600-eiaculazione-ritardata-piacere-tarda-ad-arrivare.html
[#3] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
l'avevo gia letto..e poi ho scritto, non mi riconosco in nessuna delle casistiche riportate, credo che abbia ragione il dottor Maretti..anche perchè io in tutti gli altri rapporti sessuali arrivo a conclusione normalmente, (non sto parlando del ritardo ad arrivare..per fortuna che tarda!) sto solo dicendo che con una persona non arriva molte volte in modo spontaneo come con le altre, nonostante sia attraente, ben piu delle altre e con cui io sto comunque bene.. non sono un dottore ma penso che se una cosa non va, non va sempre...se cambia cambiando partner allora non è un problema di salute mio.....