Utente 305XXX
Buongiorno. Sono stato operato 3 settimane fa per frattura di Bennett al primo metacarpo con riduzione mediante due K-wire. Alla visita pochi giorni fa, l'Rx ha mostrato il segmento dislocato perfettamente in sede, e tra 10 giorni rimuoverò i fili di Kirschner. Oggi ho fatto una medicazione e uno dei due fili sembra leggermente spostato, di 1 o 2 mm in uscita, ma non avverto modificazioni di mobilità (mantengo sempre la valva gessata a immobilizzare) o dolore. Alla Rx pareva che in realtà i 2 fili non coinvolgessero direttamente il frammento dislocato, bensì si fissassero al trapezio fungendo quindi da stabilizzatori per evitare movimenti (impressione mia). Ho due domande: Considerando che tra 10 giorni rimuoverò i fili e la frattura alla Rx era ridotta perfettamente, cosa mi consigliate? Dopo quanto tempo è visibile una calcificazione radiografica a conferma della completa guarigione della frattura? Faccio quest'ultima domanda poiché ho pensato (probabilmente erroneamente) che iniziare la fisioterapia con un callo osseo magari non ancora consolidato potrebbe dislocare nuovamente il frammento.
Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

se non c'è diastasi tra i due segmenti ossei, in 30 giorni alla sua età si forma un buon callo osseo, perfettamente in grado di sopportare i movimenti della fisioterapia.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la Sua risposta. Per quanto riguarda la diastasi, la rima di frattura radiotrasparente era quasi invisibile e i due capi erano praticamente coincidenti.
Riguardo i K-wire non c'è da preoccuparsi riguardo un leggero movimento rispetto la posizione originaria? E' quindi possibile che non interessino il frammento scomposto ma servano "semplicemente" per mantenere in sede e immobilizzare il metacarpo al trapezio?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, esatto.
[#4] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio nuovamente.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#6] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dr. Leccese, ieri mi hanno finalmente rimosso i K-wire confermando la completa riduzione della frattura. Mi hanno anche lasciato degli esercizi da fare per la riabilitazione. Ho contattato il Centro di Riabilitazione della Mano e inizierò la fisioterapia tra una settimana. Intanto mi hanno consigliato di iniziare a muovere l'articolazione trapezio-metacarpale, anche se avverto dolore e rigidità quando tento di fare escursioni un pò più accentuate. Secondo lei, nonostante il lieve dolore è bene comunque cercare di mantenere magari in maniera passiva certe posizioni aumentando gradualmente l'escursione oppure appena ho dolore e rigidità mi fermo e aspetto l'inizio della fisioterapia vera e propria? Le chiedo questo perchè non vorrei che 7 giorni di attesa fossero troppi visto che probabilmente la precoce mobilizzazione dell'articolazione è importante per evitare limitate escursioni in futuro.
La ringrazio.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Attendere 7 giorni non è un problema, ma può iniziare i movimenti anche autonomamente.

L'esercizio inizia nel momento in cui comincia ad avvertire fastidio, non prima.