Utente 308XXX
Buonasera! dopo una orribile caduta da un albero in cui penso di essermi rotto tutte le ossa del piede ho iniziato una serie di operazioni molto dolorose e lunghe sedute di fisioterapia ancora più dolorose.
Per molto tempo sono stato quindi costretto alle stampelle. Il problema è che molto probabilmente, a causa proprio di quelle stampelle ho riscontrato il seguente problema:
una giorno cominciai a sentire mignolo e parte dell'anulare intorpiditi e per i primi tre giorni non ci feci caso ma al quarto cominciai ad informarmi. Compressione del nervo ulnare, diagnosticata anche dal mio medico di base, che disse di non preoccuparmi.
leggendo qui e là sto notando che questa compressione porta inevitabilmente ad una operazione. è possibile che davvero debba tornare sotto i ferri? ancora? sono così dannatamente sfortunato? o per lo meno col passare del tempo potrebbe passare da sola? il mio piccolo "incidente" col nervo può essere ritenuto così grave anche se causato in così poco tempo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la informo che esistono sfortune ben peggiori....

Può provare per uno o due mesi con un integratore vitaminico neurotrofico a base di acido tioctico, vitamina E e vitamine del gruppo B.

Se la situazione migliora, bene. In caso contrario deve intervenire, per prevenire l'evoluzione verso un possibile danno muscolare (muscoli intrinseci della mano).

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per "l'informazione" infatti senza di lei non avrei mai capito di essere così fortunato.
Si limiti a fare il suo lavoro invece che darmi stupide morali da quattro soldi. Come se fossero tutti deficienti da pensare di essere gli unici a soffrire.
Per il resto è stato abbastanza chiaro. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non intendo fare o dare "morali" a nessuno, semplicemente non mi sembra il caso di esprimersi con "sono così dannatamente sfortunato?" quando ci sono tante situazioni veramente serie, tutto qui.

Il resto del suo commento "Come se fossero tutti deficienti da pensare di essere gli unici a soffrire." è una sua libera interpretazione del mio pensiero.
[#4] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Se il suo " la informo che esistono sfortune ben peggiori " era allora un suo modo per rincuorarmi non c'è riuscito. Dato che, per inteso, ho solo dato un piccolo accenno alla gravissima condizione della mia gamba. Magari sono po' nervoso. Forse la consapevolezza di rimanere storpio a vita mi sta dando così testa da non lasciare spazio all'idea di dover subire un'altra eventuale operazione.
Immagino che lei non possa fare nomi di farmaci in particolare. Andrò dal mio medico a farmi prescrivere una terapia. La ringrazio ancora,
Anche per questo gradevolissimo scambio di punti di vista.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Infatti non posso fare nomi commerciali.