Utente 224XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 25 anni,

Circa due mesi fa ho fatto il vaccino per la febbre gialla insieme ad altri (nello stesso periodo) per un viaggio che dovevo fare..
Dopo cinque o sei giorni da questo vaccino mi si sono presentati dei rigonfiamenti con dolore ai linfonodi ascellari nella parte sx quella del vaccino appunto.
Dopo un giorno i rigonfiamenti hanno interessato anche i linfonodi cervicali fino alla spalla.

Sono andato quindi al pronto soccorso dove mi hanno eseguito una rx del torace e analisi del sangue per escludere un tumore dei linfonodi (il nome del test ora non ricordo, so solo che faceva riferimento alle eventuali presenza di cellule in metastasi)..
Pertanto essendo tutto negativo, il medico del PS pensa che effettivamente sia tutto dovuto alla reazione del vaccino, supportato anche dell'esperienza del medico responsabile dei vaccini dello stesso ospedale.
Dopo qualche giorno la situazione è tornata alla normalità..
Ah ho fatto anche il test HIV ed era negativo.

Ora dopo qualche mese (in questi giorni) da un momento all'altro mi si sono rigonfiati con dolore annesso i linfonodi sempre nella stessa zona ma più verso il petto..
Ora il vaccino non dovrebbe più centrare..
Cosa potrebbe essere?è per forza qualcosa di grave o può essere anche una reazione normale a qualcosa che mi ha dato fastidio?
E' corretto pensare che il fatto che si gonfino e si sgonfino con dolore vuol dire che difficilmente si tratta di linfoma?
Sono ancora all'estero come mi dovrei muovere secondo voi?

Grazie per la collaborazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Una ecografia potrebbe dare delle informazioni sulla struttura dei linfonodi che effettivamente potrebbero essere di natura infiammatoria cioè come si dice reattivi. In caso di persistenza delle tumefazioni linfonodale si potrebbe procedere ad una biopsia chirurgica che chiarirà definitivamente la natura.
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Dottore grazie per la risposta.

Il discorso che tengo a sottolineare è che le tumefazioni durano qualche giorno e sempre nella stessa zona. Dopo 2-3 giorni tutto torna alla normalità...in caso di tumore è una cosa tipica o la tumefazione dura più tempo?
altra cosa che subito non avevo dato peso ma che leggendo in giro in internet ho trovato compatibile al mio caso è il fatto che nei primi giorni di dolore, parallelamente è comparsa una forma di dolore e un senso di gonfiore nella parte superiore dei due polpacci..il dolore era paragonabile a quello a seguito di una fatica sportiva, simile a carne greve, ma io non ho fatto nessuna fatica se non quella di camminare molto..Questo dolore e gonfiore ho letto che può essere connesso ad una cattiva circolazione del sistema linfatico...Ora la cosa può essere collegata (sempre da come ho letto) sia un linfoma sia ad un sovraccarico delle vie linfatiche a causa ad esempio di una sovrabbondanza di flusso dovuta magari ad una risposta immunitaria del mio fisico.

Cosa ne pensa?
Ancora grazie.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,

qualcuno riesce a rispondere per favore?

grazie..