Utente 694XXX
Gentilissimi dottori...

è da un pò di tempo che sentivo dei dolori provenire dalla mia sùzona scrotale, e più precisamente dal testicolo sinistro; qquesti dolori all'inizio sembravano pù che altro collegati a botte prese in scontri a calcio o via dicendo.
piano piano col tempo sono dientati più frequenti e ultimamente sono diventati anche più mirati in un zona, più precisamente, il testicolo sinistro e il relativo inguine, tatno da, alcune volte, faticare a camminare.
Detto questo mi sono preso la briga e forse il dovere di prenotare un'ecografia testicolare effetuata in data 27/05/2008...
Anticipando che il radiologo mi aveva gia accennato che si trattava di varicocele abbastanza avanzato, questo è l'esito...

"Entrambi i testicoli si presentano con ecostruttura normoecogena omogenea esenti da noduli.
Epididimi nei limiti.
Non si osservano segni di raccolta liquida intrascrotale bilaterale.
All'eco color doppler le vene pampiniformi di sinistra si presentano dilatate, serpiginose, con reflusso venoso sia in condizioni basali che al Valsalva.
Il reperto di questo lato evidenzia varicocele di grado 4/5(class. sec. Sarteschi).
Non segni di reflusso da varicocele a livello del plesso venoso si sn.

L'esame dinamico dell'inguine di sinistra non evidenzia segni di migrazione erniaria a livello del canale inguinale.
Non si osservano linfoadenomegalia inguinali."

Detoo questo volevo avere un riscontro medico, in attesa della mia visita presso l'urologo il giorno 27/06...
Premetto ceh il radiologo mi ha informato del fatto, che un varicocele del genere deve essere per forza operato chiurgicamente.

In attesa di una vostra cordiale risposta, vi porgo i mieie più distinti saluti.

Daniele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, oltre all' ecografia è imporatente sottoporsi a visita urologica per valutare se esiste anche un epididimite, ed sottoporsi a spermiogramma per valutare anche la fertilità
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

un varicocele, anche "grosso" NON DEVE essere necessariamente operato ma dovrebbe indurre il paziente a sottoporsi a visita specialistica andrologica e a valutazione dello stato di fertilità (sulla base di esami del liquido seminale)per stabilire se ci siano gli estremi per consigliare l'intervento chirurgico ( non da tutti gli specialisti ritenuto utile).
Consulti la MinForma relativa al varicocele e si faccia vsitare da uno specialista !!
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio tutti e due per la imminente risposta.

prenderò alla lettera i vostri consigli ed eseguirò i vari essami da voi descritti e visite.
Lo spermiogramma si prenota semplicemente in ospedale come un normala esame?

grazie ancora.

Daniele
[#4] dopo  
Dr. Raffaele Prudenzano
44% attività
8% attualità
20% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Utente
lo spermiogramma puo' essere eseguito tranquillamente sia in ospedale che in altro centro esterno, l'importante è che venga eseguito secondo criteri OMS rispettando così un livelli qualitativì eccellenti.
Aggiungerei anche una spermiocultura,visto che fa il prelievo.Se un giorno dovesse decidere,dopo ovvio consulto andrologico, di operarsi, le consiglio di leggere, tra i tanti,anche il mio articolo sul varicocele pubblicato da poco su MinForma di questo stesso sito.A Milano e dintorni non avra' certo problemi a trovare un mio collega!! Lei si trova nel "fiore all'occhiello" della sanità italiana!!!Io esercitavo a Varese e lì si eseguivano, già nel 98, queste procedure rutinariamente, ma anche nei dintorni vi sono tanti centri qualificati!!
Distini saluti
Dr Raffaele Prudenzano