Utente 311XXX
Gent.mi dottori,

a mio marito è stata diagnosticata una azoospermia quasi sicuramente ostruttiva. Infatti, ha tutti i valori nella norma (FSH, TESTOSTERONE, ETC.); inoltre il volume dell'eiaculato è nella norma. Da un'ecografia effettuata, risultano segnali di un'infezione pregressa (POSTFLOGISTICA), quasi sicuramente asintomatica, dal momento che mio marito non ha mai avvertito alcun dolore. Assenza di varicocele e nella norma sono anche la mappa cromosomica e la delezione del cromosoma y. Inutile dire che abbiamo fatto molti spermiogrammi ma si riuscivano a trovare rarissimi spermatozoi e di solito immobili. La nostra speranza è riposta in una TESE, a questo punto; secondo lei, possiamo farcela? Alcuni centri ci hanno sollevato difficoltà in quanto mio marito è HCV positivo, con una viremia ritenuta bassa dall'infettivologo (600.000 ui). Consideri che ho sempre avuto rapporti liberi con mio marito ed io sono negativa al virus. I miei accertamenti sono buoni, tutto è nella norma. Infine, un'ultima info: esistono centri dove è possibile effettuare interventi di microchirurgia ai condotti testicolari?

La ringrazio cordialmente per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
In realtà se sono presenti spermatozoi (anche pochissimi) nell'eiaculato è da escludere una ostruzione completa. A volte pur in presenza di FSH normale e testicoli di volume normale la causa dell' azoospermia non è una ostruzione ma un arresto maturativo , cioè le cellule progenitrici i non riescono a diventare spermatozoi.
Per rispondere alla sua domanda: se avessimo la ragionevole certezza che si tratta di una azoospermia ostruttiva con la TESE avremmo ottime possibilità di recupero di spermatozoi (prossime al 100%) per effettuare una ICSI. Nel caso in cui si sospetti una azoospermia non ostruttiva le maggiori chances sono offerte dalla microTESE.
Per quanto riguarda la problematica HCV alcuni centri hanno banche criogeniche dedicate.
La possibilità di ricanalizzazione chirurgica non si può escludere a priori.
Nel nostro Centro all'Ospedale San Paolo di Milano siamo attrezzati a rispondere a tutti i quesiti che lei ci ha formulato. Ovviamnete è necessario visitare il marito per una diagnosi corretta.
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto per la veloce risposta; mi chiedevo: al San Paolo effettuate anche interventi di ricanalizzazione chirurgica?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Certo che sì ma le ripeto : è fondamentale una visita preliminare per la diagnosi più appropriata al fine della corretta indicazione terapeutica