Utente 698XXX
Gentile dottore,
dopo aver iniziato a frequentare una palestra, mi sono accorto che tutti i macchinari, si allarmavano per l'alta frequenza dei battiti.
Dopo un accurato controllo, dal cardiologo, eseguendo l'elettrocardiogramma sia a riposo che sotto sforzo (175 Watt 170 battiti) mi hanno detto, in poche parole che devo convivre con questo problema.
Premetto, sono controllato annualmente dal mio datore di lavoro, dove i medici hanno sempre dedotto i miei battiti ad un'agitazione da visita.
Come posso cercare di abbassare i battiti, oltre al movimento fisico aerobico consigliatomi.
Grazie della cortese risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Se il suo Cardiologo dice che va tutto bene non ci dovrebbe essere motivo di preoccupazione.
Inizi per un adeguato periodo (due - tre mesi) ad eseguire esercizi aerobici (passeggiate svelte, bicicleta moderata, nuoto) e se le cose non si modificano torni dal Cardiologo a riferire.
Nel frattempo eviti le possibili sostanze "tachicardizzanti" (fumo, tea, caffè, cioccolato).
[#2] dopo  
Dr. Aniello Ascione
24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
Le consiglierei di sottoporsi al test cardiopolmonare da sforzo per valutare la soglia anaerobica con precisione ed indicare quindi la Sua frequenza allenante.
cordiali saluti,