Utente 701XXX
Salve. Non so se ho un problema o è solo una mia fissa. Ho 32 anni e sono maschio, e praticamente, durante i rapporti sessuali con la mia compagna cerco di fermarmi quasi alla fine prima di raggiungere l'orgasmo per far durare di piu il rapporto. E fino a qui pare tutto ok. Pero cosa mi succede, che quando arrivo fin troppo sotto l'orgasmo, senza pero raggiungerlo, dopo essere fuoriuscita la goccciolina dal mio pene di preorgasmo, avverto una sorta di orgasmo parziale che poi mi porta a una riduzione dell'eccitazione e dell'erezione rispetto alla fase iniziale (fase iniziale, intendo quella prima di raggiungere questo "preorgasmo"). Avverto anche che questa riduzione puo essere pari a piu del 50% per l'eccitazione e un 20 % per l'erezione. Quindi questa decadenza di eccitazione mi porta anche ad avere quasi un po voglia di smettere di continuare il rapporto per un desiderio che in quel momento faccio fatica a ritrovare com'era prima. Però potrei continuare il rapporto e potrebbe riaffiorarmi il desiderio e molto spesso lo continuo non con la stessa voglia dell'inizio ma solo per raggiungere un orgasmo definitivo(egoistico). E' normale tutto cio? Premetto che sono cosciente di questo mio fattore gia da tempo, non mi sono mai preoccupato piu di tanto, non so se sempre per egoismo. Però, prima della ragazza con qui sto ora, sono stato lasciato da un'altra che menzionava che uno dei problemi della coppia era che lei non era contenta sessualmente. Ecco perchè all'inizio parlavo di fissa.
Concludo dicendo che a volte questa perdita di desiderio mi succede anche senza arrivare fino in fondo, cioè prima di raggiungere il preorgasmo, ma bensi anche normalmente nel ben mezzo del rapporto.
Ho terminato, Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

il tentativo di "impedire" la eiaculazione in maniera forzata può portare a fenomeni quale quello che lei descrive.
in pratica , può succedere che le contrazioni muscolari prodotte dal maschio in fase immediatamente prima della eiaculazione possano impedire la eiaculazione verso l'esterno consentendo però una eiaculazione retrograda verso la vescica che non viene percepità fisicamente ma che ,comunque, comporta un completamento dell'orgasmo con successiva diminuzione della erezione.
Questa mia è una ipotesi che dovrebbe essere dimostrata con dei dati clinici.
cerchi di essere più "naturale" e spontaneo nei suoi rapporti sessuali
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la sua imminente risposta.
Volevo aggiungere che quando mi succede questo calo del desiderio, una parte di me è appagata. Il calo di erezione invece, anche se minimo, mi consente comunque di continuare il rapporto ma con la voglia di finirlo quanto prima, perchè l'unico obbiettivo diventa solo eiaculare e rimane l'insoddisfazione di non aver completato ma comunque accompagnato dalla voglia di finire. E' come fare l'amore con erezione ma senza passione perche in parte gia appagato.
Concludo dicendo che la quantita dello sperma che poi fuoriesce è comunque abbastanza come se fosse la prima e che mi preoccupo di eiaculazione precoce, percio sono meno spontaneo forse
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Gabriele Antonini
40% attività
8% attualità
16% socialità
SPAGNA (ES)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Le consiglio vivamente una consulenza sessuologica per chiarirsi le idee e non vivere il sesso come un lavoro
Saluti