Utente 169XXX
Vorrei chiedere una curiosità che mi è sorta leggendo gli esiti del ecocolordoppler TSA di mia madre 83 anni.

Nel luglio 2012 questo era il referto:
A destra placche fibrocalciche sono presenti a livello della biforcazione interessanti prevalentemente il tratto bulbare della ACI e determinanti a tale livello stenosi del 60 / 70 % circa.
A sinistra piccole placche clacifiche prive di rilevante effetto emodinamico sono presenti alla biforcazione.

Nel luglio 2013 questo era il referto:
Placche fibrocalciche sono presenti a livello delle biforcazioni interessanti prevalentemente i tratti prossimali della ACI e determinanti stenosi a destra del 60 / 70 % e a sinistra del 30 / 40 % circa.
Conclusioni:
Esame sostanzialmente invariato rispetto al precedente del 2012.

Quello che mi sorprende sono le conclusioni del referto del luglio 2013, come può essere invariato rispetto al precedente se la stenosi a sinistra prima definita come “piccole placche” ora è quantificata nel 30 / 40%?
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
il Suo dubbio è legittimo e andrebbe chiarito con il Radiologo esaminatore.
Tenga tuttavia presente che placche del 30-40 % sono assimilabili a "piccole placche" per quanto riguarda l'effetto da esse generato, che non è, come si suol dire, "emodinamicamente efficace": non hanno cioè effetto rilevante sulla dinamica circolatoria.
La condizione di Sua Madre andrebbe in ogni caso sottoposta, nell'ambito di una valutazione clinica generale, ad un Chirurgo Vascolare esperto di Chirurgia delle Carotidi.
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille per la cortese risposta