Utente 706XXX
Da diversi anni soffro di vene varicose alla gamba destra e, dopo un attento esame, mio marito ha riscontrato un'insufficienza venosa . Mi ha sconsigliato l'intervento perchè, per molte sue pazienti operate, il problema non è stato risolto anzi a volte ha riscontrato un peggioramento.
Nei diversi corsi di aggiormento da lui fraquentati ha riscontrato diverse teorie di pensiero spesso discordanti tra loro.
Ma la medicina è un opinione oppure qualcosa di più?
Mi scusi lo sfogo ma, quando arriva l'estate e mi ritrovo una gamba inguardabile, mi viene un pò di rabbia!!
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
l'esistenza di varicosità agli arti inferiori è di norma e di per sè correlata ad uno stato di insufficienza cronica del circolo venoso.
L'intervento chirurgico, condotto in modo tecnicamente corretto e da specialisti in chirurgia vascolare, consente in genere di dare un beneficio globale al paziente, che deve sempre sapere che la predisposizione all'insufficienza venosa cronica non viene rimossa con l'intervento chirurgico e la recidiva è sempre possibile, specie se non vengono seguite norme di comportamento idonee ad allontanarne il rischio. L'evidenza clinica suggerisce che, ad oggi, il migliore rimedio per questo tipo di patologia rimane la chirurgia, nelle sue varie forme e tecniche, differenti in base al singolo caso. Sono certo che la valutazione di uno specialista potrà aiutarla a rendere nuovamente guardabile la sua gamba!
Cordialmente.
R.Curci
[#2] dopo  
Utente 706XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la cortesia !
Cordiali saluti!