Utente 238XXX
Salve, sono una ragazza di 28 anni e vorrei chiedere un consulto circa una presunta cisti sebacea. Poco più di due mesi fa ho notato tra la schiena e il fianco, poco più sotto del rene destro una "pallina" delle dimensioni di 2-3 centimetri, forma simile ad una mandorla. Inizialmente non mi sono preoccupata perchè pensavo fosse un brufolo che si preparava ad uscire, invece sono passate le settimane ed era sempre lì. Ho toccato la parte interessata pochissime volte per paura di causare chissà cosa ma posso dire che alla pressione sembra non essere particolarmente dura, alla vista si vede poco, solo una leggera protuberanza, la pelle si presenta normale con una piccola macchiolina più scura in un punto della cisti. In generale non mi ha creato particolare fastidio però ogni tanto, trovandosi in una zona del corpo un po' particolare, ruotando la schiena la pelle si piega e tocca proprio la cisti e mi dà un po' fastidio. Sono andata dal mio medico di base che mi ha consigliato in maniera molto secca che bisognava asportarla chirurgicamente. Intanto mi ha detto che per scrupolo avrei potuto provare applicando sulla parte l' ittiolo per una settimana/dieci giorni per provare a farla scoppiare da sola. L'ho applicata per 4-5 giorni per due volte al giorno ma mi è stato impossibile continuare perchè la zona che prima di allora non mi ha mai creato problemi si è irritata tantissimo, bruciore e prurito insopportabili, la zona era diventata molto rossa a tratti viola. Anche tutta la zona attorno non interessata dalla cisti ma che restava coperta dalla garza si è irritata molto. Così ho interrotto anche perchè la cisti non ha subito cambiamenti. Mi è sorto poi il dubbio ed ho pensato che invece avrei dovuto continuare e che quello era il normale decorso che avrebbe portato alla rottura della cisti, ma questo dubbio non sono riuscita a scioglierlo. Vorrei a questo punto chiedere se c'è qualche altro metodo non chirurgico da provare, se è proprio necessario ricorrere alla chirurgia per asportarla, quanto dura l'intervento e se si fa in anestesia locale o totale, se in day hospital o devo rimanere qualche giorno sotto osservazione, se ci sono rischi, insomma un po' tutta la prassi chirurgica dato che sono estremamente paurosa e non ho mai subito operazioni. Inoltre ho letto che potrebbe essere un lipoma, non una cisti e questo cambierebbe le cose...
Ringrazio anticipatamente chi vorrà rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Che sia un lipoma oppure una cisti il consiglio è la sua rimozione chirurgica senza trattamenti con l'ittiolo. Il piccolo intervento viene eseguito ambulatoriamente in anestesia locale e non è doloroso.